JAPAN DENIM arriva da TENOHA Milano

JAPAN DENIM, una collezione unica e senza precedenti da TENOHA MILANO! Un brand interamente dedicato al denim assolutamente introvabile.

JAPAN DENIM

Questo brand ha una qualità straordinaria, sia per il livello di cucitura, che per le capacità tecnologiche e passionali dei designer attivi sia in Giappone che all'estero. E non solo! E’ una qualità scelta anche da grandi marchi esteri per qualsiasi tipo di prodotto in denim.
Il denim giapponese viene richiesto da tutto il mondo per la sua grande qualità. La produzione avviene per l’80% nell'area di Bichu Bingo intorno alla città di Fukuyama (Hiroshima) e la città di Ibara (Okayama).  “JAPAN DENIM” è un vero progetto mondiale!

La missione di JAPAN DENIM

Aumentare a dismisura la qualità, la competenza tecnica del denim soprattutto internazionalmente! Ogni prodotto ha un'etichetta che identifica il produttore e le aziende coinvolte. In questo modo, le aziende legate al denim, avranno più possibilità di incontrare altri designer per ottenere nuove attività commerciali.

Cosa ne dite di partecipare al launch party di JAPAN DENIM a TENOHA Milano? Un’occasione unica per divertirsi e vedere la nascita di qualcosa di davvero nuovo. Il POP UP STORE sarà disponibile dal 4 al 9 di febbraio! Non perdete questa occasione!!

Launch Party & Pop-Up Store

Quando: 4 Febbraio dalle 18:00 alle 20:00
DJ SET Andrea Ratti
ENTRATA LIBERA
Dove: TENOHA MILANO — Via Vigevano, 18, 20144 Milano

Website: japandenim.jp
Per ulteriori informazioni: https://www.tenoha.it/shop/japan-denim/


Takeda Design Project, il design nel tuo quotidiano

Il Takeda Design Project è una totale innovazione della società Takeda nel mondo dei metalli e di come possono essere utilizzati nel quotidiano, direttamente dalla prefettura di Niigata.
I designer che sono impegnati in questo progetto, vogliono utilizzare la qualità dei metalli trasformandoli in oggetti con forme raffinate.

Takeda Design Project Takeda Design Project

Tecnologia, progresso, comodità e velocità nell’utilizzo, queste sono le mete che Takeda Design Project vuole perseguire. Grazie alla conoscenza dei vari designer e la loro esperienza nella lavorazione dei metalli, il prodotto finale ha un appeal sicuramente innovativo e assolutamente unico. Spesso siamo alla ricerca di qualcosa che possa essere comodo ed anche bello da vedere e mostrare, vero? La risposta a tutto questo è proprio Takeda Design Project!

Anche i macchinari con cui questi prodotti vedono la luce sono i più recenti, veloci con un risparmio di manodopera ed un aumento dell’efficienza. Macchine di saldatura, taglio, le migliori in produzione che nascono da quello che i clienti vogliono grazie a delle attente indagini di mercato.

Takeda Design Project Takeda Design Project Takeda Design Project

I prodotti Takeda Design Project

Andiamo a dare un occhio a questi prodotti e vi renderete conto della loro unicità.

PRIMARIO/ Loupe series

La lente in alluminio illumina l'oggetto grazie alla luce naturale che arriva dai tre ampi archi e ha il design perfetto per la lettura.
L’idea di PRIMARIO è ridurre i materiali al limite assoluto e nonostante questo sa essere in grado di soddisfare gli scopi prefissati. La sensazione è di robustezza, brillantezza, eleganza e praticità.

Takeda Design Project Takeda Design Project Takeda Design Project

Tuttavia, questo non è solo un bellissimo oggetto di design da guardare, ma è anche il vincitore del premio German Design Award come excellent product design stationery.

TOPTION/CALEN-BAR

Takeda Design Project Takeda Design Project

Un calendario speciale e originale. Avete mai pensato di regalarne uno? Ora finalmente potete trovarlo! Perchè il designer Yukimasa Hirota ha progettato questo prodotto basandosi sui temi dello "usa e getta" e "attaccamento". Molte volte il calendario diventa parte dell’arredamento e quindi dispiace molto buttarlo a fine anno. Per questo, il TOPTION/CALEN-BAR è riutilizzabile, quindi può rimanere per sempre parte dei nostri affetti!

ALIGN LINE: card stand & pen tray

Le linee rette nel design per delineare uno stato vitale. Si può essere organizzati con eleganza e bellezza? Certo, sono proprio questi i sentimenti e le emozioni contenuti nel design.

MiLLi SECOND

Takeda Design Project Takeda Design Project Takeda Design Project

Si tratta di un metro in alluminio creato per essere tenuto facilmente (ed elegantemente) tra le dita. I tre fori sul bordo e la sua bellezza, fanno in modo che possa avere più usi. Si può scegliere se usarlo come bobina, portachiavi, portaoggetti o ciondolo.
Un millesimo di secondo. Un singolo momento. Qualcosa che vi attirerà proprio in questo spazio di tempo. Questa è l’idea con cui è nato questo prodotto e ve ne renderete conto ancora di più a vederlo dal vivo, toccarlo, viverlo.

Takeda Design Project, un gruppo super premiato

I prodotti che vengono proposti da Takeda Design Project, hanno già avuto moltissimi feedback positivi, nonchè importantissimi premi! Volete conoscerli tutti?

MiLLi SECOND Metal Major

  • "Premio del Ministro dell'economia, del commercio e dell'industria" nello Tsubame Industrial Design Contest 2015 (Giappone)
  • Stationery Prize 2015 Design group Grand Prix (Giappone)
  • Vincitore nell’iF Design Award 2016 (Germania)
  • Nomination al GERMAN DESIGN AWARD 2017 (Germania)

PRIMARIO/ Loupe series

  • Vincitore al GERMAN DESIGN AWARD (Germania) excellent product design stationery

Takeda Design Project, il Design che mancava. Potete trovare le creazioni di Takeda Design Project a TENOHA & | SHOP in via Vigevano 18, Milano.

 


MANAKA, il matrimonio tra tradizione e modernità.

Sentirsi addosso la tradizione e viverla nei giorni nostri, questo è MANAKA. Un marchio che utilizza tecnologie tradizionali per i giorni d’oggi, in modo che anche i posteri possano avere l’onore di vivere la storia del Giappone.

MANAKA

Ora che il mondo corre velocemente e tutto è una fusione di varie culture, MANAKA vuole preservare e far vivere il vero gusto giapponese e farlo indossare a chi il Giappone lo ama davvero. Ogni vestito ha un’anima, l’anima dei designer e degli artigiani giapponesi. Un’anima che vuole mostrarsi e parlare oggi raccontando quello che il Giappone è sempre stato, quello che è e quello che sarà. Ogni opera non è statica, ma ha una vita, un movimento. MANAKA è l’arte in movimento. Tutto ciò che, per importanza dovrebbe essere urlato, ma viene raccontato con un’eleganza ed un’educazione tutta giapponese, un desiderio che parte dal Produttore Yukiko Yamanaka.

Arte in movimento

MANAKA è un nome che ora possiamo vedere in tutto il mondo. Dalle mostre al Triennale Art Museum italiano, da Taiwan e Singapore fino ad arrivare agli Eventi diplomatici dell'80° anniversario in Paraguay, in Sud America e manifestazioni a Hong Kong TEDX. MANAKA è anche indossato dalle finaliste di Miss Universo Giappone e World Supermodel. Infatti, questi abiti sottolineano non solo la loro bellezza ma regalano un’atmosfera e una particolarità che difficilmente altri marchi possono dare. Anche i media non sono rimasti indifferenti. MANAKA è infatti apparso in media dai grandi nomi tra cui Toyo Economic online, Tokyo Business Today, "DiGJAPAN!" di Shobunsha e TOKYO FRONT LINE, questi sono solamente alcuni esempi.

MANAKA al Salone del mobile 2020

Dopo aver ricevuto l’ambitissimo premio al World Supermodel Production 2019, potremo assistere alla presentazione del nuovo abito Kimono Phoenix MANAKA proprio al Salone del Mobile 2020 a Milano! Un’occasione da non perdere, non solo perchè si potrà ammirare la meraviglia dei tessuti dei kimono originariamente tinti nel laboratorio Kobayashi Somekoubou della cittadina di Tango, a Kyoto ma anche un abito che rappresenta perfettamente il Giappone e la sua tradizione. Non potete perdere questa occasione, godetevi la visione di questo abito kimono MANAKA al Salone del Mobile 2020!

Collaborazione tra MANAKA e KOBAYASHI SOMEKOUBOU

Tessuto ma anche tintura. L’abito Kimono Phoenix MANAKA è speciale per vari motivi. Andiamo più nel particolare.

La seta come tessuto è importantissima, ma MANAKA ha voluto rendere l’abito Kimono Phoenix ancora più speciale ed unico! Per questo motivo ha iniziato una collaborazione con un laboratorio a Tango (Kyoto), famoso proprio per i tessuti e per l’abilità nella tintura della seta sviluppata in bel oltre 35 anni di esperienza. Il tutto crea il "Tango-Chirimen" e il tessuto originale degli abiti MANAKA viene trattato con il "Tango Blue" tinto dalla mano di Tomohisa Kobayashi. Proprio grazie a questa collaborazione, MANAKA ha deciso di produrre abiti kimono e kimono-poncho.

MANAKA MANAKA

Si tratta probabilmente del primo tessuto "Tango Blue" nel settore dei kimono e questa è la prima volta che suddetto tessuto viene utilizzato per un vestito. Come dicevamo all’inizio, tradizione e modernità insieme.

Il "Tango Blue" è l’infinito e unico colore dell’oceano di Tango, a nord di Kyoto, una tinta con un livello di robustezza superiore a 4 che però può essere trasparente, intenso e brillante. Frutto di un grande studio e dell’esperienza dello studio Kobayashi Somekoubou.

I vestiti MANAKA in dettaglio

MANAKA MANAKA Phoenix Dress

Monochrome Phoenix Dress, World Supermodel Japan
Model / YUIKO Photographer / Chiaki Oshima

Phoenix Dress la fenice che danza

Sempre sinonimo di libertà e movimento, ecco un’altra opera d’arte tutt’altro che statica, ma viva. Una Fenice che danza elegantemente nella tradizione giapponese, con decori che ricordano le piume della Fenice messe insieme nel tessuto del Kimono. La fenice è il simbolo della rinascita e chi meglio di lei può incarnare la tradizione che torna in vita sotto una nuova forma? Questo è uno dei sentimenti con cui MANAKA veste le donne, rendendole uniche ed eleganti.

MANAKA

Phoenix Dress rossa e nera
Modella / Hiro Nishiuchi - Photographer / Chiaki Oshima

Goldfish dress, pesci rossi che nuotano

Un’opera d’arte in movimento, che nasce dal sentimento del voler fare indossare la tradizione con una forma nuova. Gli elementi del kimono vengono decomposti e ricomposti in un design completamente nuovo. Quando indossato, si muove armonicamente, è qualcosa che puoi sentire vivo e che rende chi lo indossa ancora più bella. Il corpo della donna e le sue curve vengono rispettate e non solo! Anche esaltate in un vortice di delicati movimenti che trasmettono la prorompenza della storia del Giappone. Non potete rimanere inosservate con un abito del genere, vi renderà sicuramente regali e riconoscibili in qualsiasi situazione.

Infatti, potete vedere già dalla foto, il movimento che le eleganti pieghe fanno addosso al corpo della donna. Tutto parla di tradizione rivisitata, di storia nel nostro tempo che ora abbiamo la fortuna di indossare. Questo abito è stato pensato e vissuto in modo che la donna potesse camminare come un pesce rosso che muove le sue delicate ed eleganti pinne in un fiume accarezzato dal vento.

MANAKA MANAKA

Goldfish dress
Modella / Mayuko Sakurano - Photographer / Chiaki Oshima

Kimono Poncho

Questo Poncho, che è un Kimono rinato a nuova vita, è un mix tra eleganza, tradizione e sensualità. Indossandolo non ci si può che sentire speciali e osservate. Guardate i movimenti del tessuto e provateli addosso, vi fascerà con rispetto ed eleganza regalandovi la sensazione di vivere nella storia.

HEEL GETA Flower e HEEL GETA Kimono Haikara

Un outfit non è completo senza le giuste scarpe. Bisogna vivere la tradizione rivisitata completamente, quindi MANAKA ha pensato anche ai famosi zoccoli di legno giapponesi, ovviamente rivisitati nella modernità. Heel GETA Kimono Haikara Heel getas sono perfettamente creati con il tessuto del kimono, pura seta e piume vintage.

I tacchi sono fatti a mano dagli artigiani MANAKA uno alla volta. Tutto questo grande lavoro e profondo sentimento per dare una silhouette morbida e femminile. Queste calzature sono create non solo per essere spettacolari, ma anche per essere comode e facilmente adattabili al piede. Delle speciali infradito che afferrano il collo del piede perfettamente, camminandoci ci si dimenticherà addirittura che sono scarpe con il tacco. Le Geta sono progettate per essere eleganti e far sentire a proprio agio chi le indossa. E’ un elegante comfort da indossare, degna firma di un outfit giapponese e ancora vivo nei cuori non solo dei nostalgici, ma anche di chi ama la modernità.

MANAKA vuole stuzzicare il vostro interesse alla cultura e alla tradizione del Kimono, vuole darvi un abito che possa essere indossato facilmente e magnificamente senza la difficoltà che poteva esistere una volta.

Armonia, tradizione, eleganza, movimento, vita. Ecco cosa muove le corde di MANAKA! Volete assistere al ritorno della tradizione? Vederla prendere nuova vita? Non perdete questa occasione, MANAKA vi aspetta al Salone del Mobile 2020 a Milano con i suoi abiti unici, il tessuto Tango Chirimen ed il Tango Blue! Potete anche trovare gli articoli MANAKA a TENOHA & | SHOP, il Giappone e la tradizione giapponese sono qui!


CARRY THE SUN by Landport

Fin da quando siamo bambini desideriamo portarci dietro il sole, CARRY THE SUN, appunto. Il nome dice tutto, di notte, di giorno, quando ci sentiamo insicuri, quando abbiamo paura e quando abbiamo bisogno di una rassicurazione. Un sogno che dal Giappone diventa una realtà e grazie a Landport, in qualsiasi occasione, possiamo portare comodamente in tasca o in borsa il sole e la sua luce.

CARRY THE SUN

I modelli sono vari e si adattano a qualsiasi gusto ed occasione:

  • A) luce calda dimensione S e M
  • B) luce fredda dimensione S e M
  • C) luce rainbow 7 colori (dimensione M)

CARRY THE SUN ovunque, in tenda, in vacanza, per emergenza o semplicemente come idea regalo.

Infatti, questo è un prodotto assolutamente ECO in tutti i suoi significati, perchè CARRY THE SUN è ECOlogico, ECOnomico ed ECOsostenibile. Un grandissimo risparmio di energia: basta ricaricarlo con la luce del sole diretta per almeno 8 ore e avrete il vero e proprio sole con voi per ben 74 ore! Inoltre, il suo essere leggero, resistente e lavabile renderà il tutto ancora più piacevole, diventerà una presenza di cui non si potrà più fare a meno. Non riusciamo a uscire senza smartphone, anche perchè potrebbe tornare utile per i momenti di emergenza. Tuttavia, quando abbiamo bisogno della luce del sole come facciamo, nel buio della notte? Con questo nuovo prodotto ce l’abbiamo in tasca o in borsa, diventerà ancora più indispensabile del telefono cellulare!

CARRY THE SUN CARRY THE SUN landport

Cosa c’è di più naturale della luce del sole? Quella luce che ci coccola quando siamo da soli, quando abbiamo bisogno di aiuto o di vedere la strada davanti a noi in casi di emergenza? Oppure state cercando un’idea regalo particolare e sicuramente unica? Una di quelle idee regalo che lasceranno le persone senza parole e con la classica espressione di stupore negli occhi. Regalate la luce del sole, CARRY THE SUN di Landport è quello che stavate aspettando e potete trovarlo nello shop di TENOHA MILANO da ora!

 

Dettagli

Official website: https://www.landport.co.jp/ , https://www.carrythesun.jp/
Socials: Official Instagram, Official Facebook
Dove acquistare: https://www.tenoha.it/shop/


TOKYO TESHIGOTO festeggia l'arrivo a Milano

Siete pronti per vivere TOKYO TESHIGOTO a TENOHA MILANO con uno speciale evento tradizionale e moderno?

TOKYO TESHIGOTO

TOKYO TESHIGOTO è un progetto che mischia l’abilità degli artigiani di Tokyo e la produzione moderna. Sicuramente sapete quanto ricca sia l’arte tradizionale giapponese che è stata creata dagli artigiani Edo e quanto importante sia trasmetterla alle nuove generazioni. Per questo TENOHA Milano ci propone un altro viaggio in Giappone alla scoperta dei lavori manuali dei maestri chiamati “Takumi” e dell’estetica Edo. Oltre a diffondere l'estetica Edo di "iki" e "inase” i Takumi stanno sfidando nuovi tipi di artigianato di Tokyo in modo che più persone possano conoscerlo e viverlo. Potete trovare tutti i prodotti TOKYO TESHIGOTO allo shop di TENOHA Milano, per toccare con mano l’emozione dell’epoca Edo e portarvela a casa.

TENOHA Milano ovviamente non poteva evitare di celebrare questa grande novità! Non mancate al launch party di TOKYO TESHIGOTO! Vi sentirete non solo più vicini alla storia del Giappone, ma anche arricchiti internamente da qualcosa che normalmente non potreste vivere. Sarà una serata fuori dal comune in cui la tradizione si sposa con la modernità: la storia del Giappone arricchita dal DJ set di Andrea Ratti. Cosa aspettate? Avete voglia di trascorrere una di quelle serate speciali che solamente TENOHA Milano può organizzare per voi?

Dettagli

Tutti i prodotti saranno disponibili all’acquisto da TENOHA & | SHOP

LAUNCH PARTY
Quando: 25 Gennaio dalle 18.00 alle 20.00
Dove: TENOHA MILANO — Via Vigevano, 18, 20144 Milano
INGRESSO LIBERO

OFFICIAL WEBSITE
https://tokyoteshigoto.tokyo/en/

More info:
https://www.tenoha.it/shop/tokyo-teshigoto/


Japan Italy Bridge interviews: Kenta Kambara and Nobuyuki Arai

Siamo tornati con un'altra puntata della nostra serie "Japan Italy Bridge Interviews"! Questa volta, abbiamo avuto il piacere di intervistare l'incredibile Kenta Kambara, un ballerino giapponese su sedia a rotelle, e Nobuyuki Arai, regista video. Questi due hanno collaborato con il marchio Gerbera Design, KUDEN di TAKAHIRO SATO. Il video promozionale che hanno creato insieme sarà presto disponibile online, ma prima di questo, sentiamo come è iniziato tutto e cosa hanno pensato dell'esperienza.

JIB: Per iniziare, presentatevi.
K: Mi chiamo Kenta Kambara e sono un ballerino freelance su sedia a rotelle che è nato con una disabilità chiamata spina bifida.
Lavoro come ingegnere di sistema nel mio lavoro quotidiano, e al di fuori di questo, sono un artista di strada e anche un acrobata aereo e mi sono esibito alla cerimonia di chiusura delle Paralimpiadi estive 2016 a Rio de Janeiro.

A: Mi chiamo Nobuyuki Arai. Dopo essermi laureato in fotografia, sono andato in Germania e nella Repubblica Ceca per continuare a scattare foto, quindi ho iniziato a lavorare come fotografo professionista nel 2014. Produco anche video dal 2017 e ho anche lavorato come un videografo di viaggio dal 2018.

JIB: Potresti dirci cosa ha portato alla tua connessione con KUDEN?
K: Tutto è iniziato quando una mia conoscenza mi ha detto per la prima volta che sono stato invitato ad esibirmi. Successivamente, ho ricevuto un messaggio lungo ed entusiasta dal signor Sato, ed è stato il suo messaggio che mi ha fatto decidere con certezza.
Ero piuttosto occupato durante quel periodo, ed è stato anche un periodo in cui ho ricevuto molte altre offerte per esibirmi anche in video, quindi non ero sicuro. Ma il suo messaggio appassionato e lui che mi diceva che poteva essere flessibile con il programma delle riprese sono stati ciò che mi ha fatto dire, "Sì, accetterò la tua offerta".

A: Inizialmente conoscevo già il signor Kambara, il ballerino e mi ha chiesto se avrei preso parte anche a questo progetto. Al momento, dovevo ancora conoscere il sig. Sato, ma ha guardato i miei video su YouTube e poi mi ha chiesto di parlarmi tramite il sig. Kambara. Fu così che iniziò per me.

JIB: Per favore, dicci di più su questa collaborazione che stai facendo con KUDEN ora.
K: Dopo aver accettato l'offerta del signor Sato, aver parlato del concetto del marchio con lui e aver ricevuto lo storyboard dal signor Arai, ho iniziato a pensare alla mia coreografia come ballerino.
Gli abiti della Samurai Mode sarebbero stati i protagonisti di questo video, quindi mi chiedevo: "Quali movimenti metterebbero l'accento su di loro?". Ho pensato di creare un'atmosfera simile all'oscillazione nel vento per far risaltare le caratteristiche uniche degli abiti, come alzare il braccio e lasciare che il vento soffiasse contro le maniche. Mi chiedevo, cosa uscirà da tali movimenti che catturano un tale effetto o movimenti più morbidi e leggeri?
In aggiunta a ciò, ho combinato quelle idee con coreografie e movimenti che già conoscevo, e ho guardato la topografia locale mentre consideravo "come avrei ballato in questo posto (scelto dal signor Arai)".

A: Proprio come è la Samurai Mode Jacket, il sig.Sato ha molte convinzioni e sentimenti molto appassionati, quindi mi chiedevo: "Dovrei creare qualcosa che personalmente mi piace davvero molto?"
Naturalmente, alla fine, mi è venuto in mente qualcosa che mi piaceva personalmente, ma ho anche riflettuto su ciò che il signor Sato stava cercando. Ad esempio, proprio prima delle riprese, è triste ma abbiamo sentito che la fabbrica di cucito è fallita e ho pensato che sarebbe stato bello poter esprimere le emozioni del signor Sato che circondano questi vestiti nel video. E quello che stava per esprimere quelle emozioni erano i movimenti del signor Kambara, quindi ho dovuto pensare a come poter ingrandire le mosse del signor Kambara. Per il luogo di ripresa, ho scelto un posto che fosse ampio e in cui le trame della natura fossero fortemente presenti. Da lì, ho preso le idee e ho creato il prodotto finale.
La giacca Samurai Mode, la danza di Mr. Kambara, le emozioni di Mr.Sato; c'erano così tanti "elementi idea" e combinarli insieme ha creato il video.

JIB: Cosa ti ha spinto a voler lavorare con KUDEN per questo video promozionale?
K: Come ho già detto, probabilmente stavo leggendo il messaggio personale del signor Sato che mi ha fatto decidere che volevo farlo. Perché è stato davvero un messaggio molto lungo, molto entusiasta (lol). E sebbene ciò che si potrebbe fare non sia molto a causa del nostro programma, sono grato che mi sia stata data la possibilità di lavorare con una persona così appassionata, dopo tutto.

A: Prima della produzione di questo video, in realtà avevo già fatto alcune riprese con il signor Kambara. Il signor Sato le ha viste ma... erano semplici riprese fatte in quel momento, ed entrambi il signor Kambara e Sato hanno parlato del voler fare delle riprese adeguate un giorno. Quindi, quando il signor Kambara mi ha contattato per questo nuovo progetto, sono stato più che felice di unirmi e di farne parte.
È stato allora che ho avuto modo di incontrare il signor Sato e, mentre gli parlavo, ho potuto dire che era una persona molto passionale con forti convinzioni. Per me, il signor Sato è più vecchio di me e un mentore, ma il signor Sato mi ha detto, "Usami (questo progetto) per divertirmi", il che mi ha fatto sentire che fintanto che dovevo produrre un video con Mr Kambara e il signor Sato, sarei onestamente in grado di creare qualcosa di interessante.

JIB: Dopo aver completato questo servizio, cosa ne pensi dell'esperienza?
K: Dopo aver visto il video, probabilmente capirete che è stato un lavoro piuttosto duro (lol). Soprattutto perché ha piovuto molto quel giorno. Ma il filmato si è rivelato così come è stato, e pensandoci ora, è stato divertente e questo è qualcosa che era possibile solo a causa di quel diluvio. È stato difficile, ma è stato anche divertente.

A: Ogni volta che parlo di film, sono sempre molto nervoso. Per questo motivo, ho sentito un po' di pressione fin dall'inizio. Invece di creare qualcosa da zero, questa volta, avevo in mente la danza del signor Kambara, che mi aveva mostrato numerose volte e aveva già scelto una canzone che sarebbe stata la più adatta. Ho trascorso giorni chiuso a casa, ascoltando diverse centinaia di canzoni per decidere.
Ho anche avuto la sensazione che "non posso offrire qualcosa di deludente!". Anche il giorno delle riprese, ho continuato a guardare le riprese del filmato pensando: "Come posso migliorare?".
In passato, quando ho fatto delle riprese con il signor Kambara, non mi ha mai detto "Non posso farlo" quando gli ho chiesto qualcosa, quindi ho finito per avere sempre più richieste, come "Mi piacerebbe che lo facessi”, o “Vorrei un po' di più da te”. Ma, alla fine, immagino che sia perché il signor Kambara soddisfa queste mie richieste (lol). Il tempo non è stato eccezionale, ma sento che siamo riusciti a creare qualcosa di meraviglioso.

JIB: Quali sono i vostri piani futuri? Vi vedremo collaborare di nuovo insieme in futuro?
K: In futuro, voglio continuare ad affrontare anche la sfida di progetti più interessanti. In termini di obiettivi specifici, spero di esibirmi alla cerimonia di apertura o chiusura dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo del 2020.
Soprattutto per i Giochi olimpici. Non ci sono eventi ai Giochi Olimpici a cui gli atleti su sedia a rotelle possono partecipare, ma possiamo ancora prendere parte alla cerimonia, al momento è così.
Invece di limitarmi all'idea che "Posso partecipare alle Paralimpiadi solo perché sono su sedia a rotelle", sto fissando le mie visioni sulle Olimpiadi per ballare su quel palco e creare più interesse per i Paralimpici in questo modo. Penso che questo renda tutto molto più significativo.
E filmare di nuovo qualcosa con questa squadra... Certo, vorrei. Voglio, ma quando mi chiedo: "Sarai in grado di fornire qualcosa che supera questo?", Non posso dire con certezza al cento per cento né sicurezza che sarò in grado di elaborare una coreografia ancora migliore di questa volta. In altre parole, sono soddisfatto di questo video. Sento che abbiamo fatto qualcosa di molto meglio di quanto avrei mai potuto immaginare.

A: Quando registri un video, puoi seguire le tue regole, ma quando creo qualcosa, voglio far sentire alle persone che "le regole non contano". Ed è per questo che, per questo progetto, ho deciso di mettere da parte tutto ciò che avevo sempre fatto per creare costantemente qualcosa di nuovo con una mentalità nuova e senza essere vincolato da regole o metodi.
Per me, sento che abbiamo davvero prodotto qualcosa di eccezionale per questo video promozionale (PV), ma ovviamente, mentre lo faccio, spero ancora di creare qualcosa di ancora migliore per il mio prossimo lavoro e lavorare per ottenere qualcosa di meglio in futuro, quindi con questi pensieri in mente, credo che sarò sicuramente in grado di creare qualcosa di straordinario per la mia prossima produzione.
Piuttosto che dire esattamente quando avverrà la seconda fase o quale sarà, penso che starei meglio se potessi sentire e guardare le emozioni del signor Sato e del signor Kambara in quel momento con una nuova prospettiva e poi portarlo in vita in un video.

JIB: Per il nostro blog, vi preghiamo di dirci cosa ne pensi del rapporto tra Giappone e Italia.
K: La mia impressione è che il rapporto tra Italia e Giappone non sia distante, ma i due Paesi non sono molto vicini. Ma i giapponesi adorano la cucina italiana. Certo, adoro anche io la cucina italiana. Non sono mai stato in Italia, ma voglio visitarla un giorno. E, se possibile, voglio ballare anche lì!

A: L'impressione che ho dell'Italia è che sia bela. Sia con la moda o il cibo, o le macchine e così via. I giapponesi ricevono buone influenze da loro.
Su una nota personale, ho esperienza di lavoro con un presidente di una società italiana. Era davvero unico, intelligente e gentile. Aveva un'immagine amichevole e sono persino andato in Italia quando mi ha invitato al suo matrimonio. Rispetto a un matrimonio giapponese, era molto più informale e aveva un'atmosfera piacevole.
Ho potuto vedere tutti i tipi di celebrazioni nuziali durante la realizzazione di servizi fotografici nuziali e, per questo motivo, le cerimonie nuziali mi hanno lasciato una profonda impressione.
Inizialmente volevo essere influenzato positivamente dallo stile italiano e penso che non ci siano molti giapponesi come me che hanno ricevuto influenze così meravigliose dagli italiani.
Attraverso questi, ho ricevuto personalmente molta influenza positiva dall'Italia, ma non so ancora che tipo di influenza positiva i giapponesi possano lasciare sull'Italia, quindi penso che andando avanti, sarebbe bello se io, come videografo e come qualcuno che trasmette informazioni, potessi fornire i buoni punti del Giappone all'Italia. Il video di questa volta può anche essere considerato come uno di quelli. Penso che sarebbe fantastico se fossimo in grado di trasmettere l'aura del samurai giapponese attraverso la danza del signor Kenta Kambara, che ricorda il maneggiare una spada in battaglia, e attraverso la giacca che indossa, ispirata al tradizionale Kimono giapponese.

JIB: Infine, ti preghiamo di lasciare un messaggio ai nostri lettori.
K: Sono molto entusiasta di sapere che gli italiani guarderanno il nostro video. Sarei felice se sentiranno qualcosa che gli viene trasmesso perché sarà attraverso la danza anziché una lingua.

A: Sono molto contento che il video che abbiamo realizzato sarà visto da molte persone all'interno del Paese e anche dall'estero!
Anche il discorso sul prossimo progetto è sorto all'interno del team, quindi colgo l'occasione per dire che speriamo che terrete d'occhio le nostre attività imminenti. Continueremo a creare produzioni straordinarie, quindi per favore rimanete sintonizzati.

E quella è stata la nostra intervista intima con Kenta Kambara e Nobuyuki Arai! Dopo averlo letto, come ti senti? Cosa pensi? Condividi i tuoi commenti con noi sulla nostra Pagina Facebook!

Inoltre, prima di andare, sappiate che la Samurai Mode Jacket menzionata nell'intervista è ora disponibile nel loro negozio online insieme alla loro nuova Samurai Mode Shirt! Offrono anche splendidi Kimono e Haori vintage nel loro negozio, quindi assicurati di dare un'occhiata! Non sapete mai cosa potreste trovare!

- Contatto -
E-mail: support@ku-den.jp

- Links -
Website: https://ku-den.jp/
Facebook: https://www.facebook.com/kudenjp/
Instagram: KUDEN by TAKAHIRO SATO[:en]We are back with another installment of our series "Japan Italy Bridge Interviews"! This time, we had the pleasure of interviewing the amazing Kenta Kambara, a wheelchair dancer from Japan, and Nobuyuki Arai, video director. These two collaborated with Gerbera Design's brand, KUDEN by TAKAHIRO SATO. The promotional video that they created together will soon be available online, but before that, let's hear about how it all began and what they thought of the experience.


Bringing Japan to Italy: episode 09 - Codice Bianco

Qualche mese fa, in concomitanza con il festival del fumetto di Novegro , abbiamo avuto l'occasione di intervistare Codice Bianco. Per questo nono episodio di 『Bringing Japan to Italy』, l'artista specializzato in sculture ed origami si racconta ai nostri microfoni.

Codice Bianco ci ha gentilmente concesso questa intervista esclusiva per Japan Italy Bridge per aiutare a promuovere e condividere sempre di più la cultura giapponese. Inoltre, parliamo di come l'arte di creare origami si sia diffusa in Italia negli ultimi dieci anni.

Special Thanks: Associazione Ocha Caffè


Bringing Japan to Italy: episode 08 - Alex Kerr

In concomitanza con l'uscita del suo libro "La bellezza del Giappone segreto", Alex Kerr ha tenuto una conferenza a Palazzo Reale a Milano. Noi di Japan Italy Bridge abbiamo avuto l'occasione di incontrarlo e porgli qualche domanda.

In questo episodio 8 della nostra serie Bringing Japan to Italy, Alex Kerr ci racconta del suo Giappone segreto. Figlio di una famiglia della marina americana, sin da giovane età gira il mondo fra Italia, Giappone, USA, per poi ritornare nella terra del Sol Levante. Dagli anni dell'università, Alex Kerr ha fatto di Kyoto la sua base di vita.

Qui ha scoperto un nuovo mondo, un Giappone che difficilmente noi occidentali riusciamo a vedere. Un paese fatto di tradizioni, piccoli villaggi, case col tetto di paglia e pavimenti in legno antico. Ci racconta di come la sua vita sia cambiata grazie alla vincita del premio letterario Scincho Gakugei. In seguito a ciò infatti Alex Kerr è entrato in contatto un gruppo di Litterati e artisti giapponesi con i quali collabora ancora oggi.

Ma ora vi lasciamo alle parole di Alex Kerr e al suo Giappone segreto. Buona visione!

Special Thanks: Associazione Giappone in Italia

La bellezza del Giappone segreto: Amazon IT | IBS