Quaran, la mascotte ufficiale della quarantena del Giappone

Quaran, la mascotte ufficiale della quarantena del Giappone

scritto da: SaiKaiAngel | fonte: TimeOut Tokyo

Conosciamo Quaran, la mascotte ufficiale della quarantena del Giappone! Proprio così, anche questa volta il Giappone ha deciso di darci un messaggio importante pur mantenendo il sorriso.

Il mondo intero sta passando un momento difficilissimo, lottando contro la pandemia di Covid-19. In questo momento, ovunque si stanno chiudendo ditte, musei, scuole e addirittura intere città, spingendo le persone ad attivarsi con lo smart-working. Tutto questo durerà fino alla fine di questa emergenza.

Quaran

E qui entra in gioco Quaran, una mascotte creata dal Ministero della salute giapponese per far capire l’importanza di stare a casa e ricordando anche le distanze di sicurezza. Viene descritta come una piccola fata con una Q sulla fronte, uno scudo e gli occhiali protettivi. Date un’occhiata anche alla sua schiena: con la coda si forma una Q, la Q di Quaran, la Q di Quarantena. La descrizione, come dicevamo, parla di una fata di piccole dimensioni che ci ricorda come evitare il virus rispettando le distanze ed evitare assembramenti, ma quando la incontriamo è una mascotte a grandezza naturale! Dove si può trovare maggiormente questo pupazzo? Negli aeroporti in Giappone, ma si dice che viaggi in tutto il mondo per prevenire atteggiamenti illegali che potrebbero diffondere ancora di più il virus Covid-19, proteggerci con il suo scudo e il suo buon senso.

Quaran

Quaran è stata creata anche per promuovere il lavoro del Quarantine Information Office, sotto il controllo del Ministero della Salute.

Non solo! Quaran ha addirittura un sito tutto suo, merita uno sguardo molto attento. Stai al sicuro, mondo! Quaran ci aiuterà a vivere tutto con responsabilità, buon senso, prevenzione, ma sempre un un sorriso. Un sorriso, ciò che non deve mai mancare mentre lottiamo.

Fonte: TimeOut Tokyo | Photo credits: forth.go.jp


Le Olimpiadi di Tokyo spostate al massimo all'estate 2021

E' ufficiale: le olimpiadi di Tokyo 2020 saranno spostate a causa della pandemia di Coronavirus

scritto da: Erika | Fonte: The Japan Times

Marzo 24, 2020, il Primo Ministro Shinzo Abe ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il Comitato Olimpico Internazionale per rimandare le Olimpiadi di Tokyo al più tardi alla prossima estate.

olimpiadi di Tokyo olimpiadi di Tokyo

Abe ha "riconfermato" con il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach che i Giochi Olimpici non saranno cancellati ma che i due hanno raggiunto un accordo comune per tenere le Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo "al più tardi entro l'estate 2021".

L'annuncio, che è arrivato in seguito alla chiamata di Abe con Bach, il governatore di Tokyo Yuriko Koike, il presidente del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 Yoshiro Mori e il ministro delle Olimpiadi Seiko Hashimoto, indica che i giochi saranno rinviati per la prima volta in assoluto durante il periodo di pace.

Il Primo Ministro giapponese ha affermato che la salute degli atleti e dei visitatori ha giocato un ruolo importante nella decisione di rimandare i giochi e che sarebbe difficile poterli effettuare quest'anno.

“Date le circostanze attuali, ho chiesto di considerare che le Olimpiadi di Tokyo siano posticipate di circa un anno per assicurarsi che gli atleti di tutto il mondo siano in grado di esibirsi nelle migliori condizioni possibili e di garantire la sicurezza degli spettatori come paese ospitante ", Ha detto Abe ai giornalisti.

Il primo ministro ha promesso di assicurare che le Olimpiadi e Paralimpiadi si terranno "in piena forma" anche per provare che l'umanità ha conquistato il nuovo coronavirus.

"Il Giappone adempirà alle sue responsabilità di nazione ospitante", ha affermato Abe. "Con questo obiettivo, faremo aggiustamenti sulle sedi e comprendiamo che presto si terrà una riunione del COI"

Tokyo 2020

Come annunciato durante il messaggio alla stampa, le Olimpiadi si terranno al più tardi durante l'estate 2021. Tuttavia non si esclude la possibilità di tenerle durante la prossima primavera purché la pandemia legata al COVID-19 sia sotto controllo.

Secondo le fonti ufficiali, vista la situazione senza precedenti e visto il deterioramento a livello mondiale, gli organizzatori hanno deciso che la torcia Olimpica rimarrà in Giappone fino all'inizio delle Olimpiadi. Questo sarà per tutti un "faro di speranza" per tutto il mondo durante questo periodo difficile. Si spera che la fiamma Olimpica possa diventare la luce che ci guida verso la fine di questo tunnel nel quale ci troviamo.

Nonostante si terranno del 2021, queste Olimpiadi continueranno a chiamarsi i Giochi 2020 di Tokyo ma maggiori dettagli emergeranno dalle prossime riunioni del Comitato Olimpico Internazionale.

In aggiunta, Koike ha specificato che una cancellazione di queste Olimpiadi avrebbe avuto dei risultati devastanti per il popolo giapponese. Nonostante il rimandare di questi Giochi costituisca una grossa perdita finanziaria per il Giappone, il COI e gli azionisti spera che questa decisione possa arginare i danni al minimo nella speranza che la pandemia sia sotto controllo per allora.


Japan Italy Bridge interviews: Shito Hisayo, AAPPARÉ designer

Japan Italy Bridge interviews: Shito Hisayo, AAPPARÉ designer

Scritto da: Erika Swan, Yoshi | Traduzione: Yoshi

La nostra rubrica speciale "Japan Italy Bridge Interviews" è tornata con un'intervista con la designer Shito Hisayo che parlerà del concetto alla base del suo marchio AAPPARÉ!

Per iniziare, cos'è AAPPARÉ?

Rispondendo a ciò, AAPPARÉ è una linea che è stata progettata e concepita dall'idea, "Voglio portare l'abito nazionale del Giappone, Kimono, nella moda globale".
Introdotta come "Kimono giapponese", questa nuova moda può essere indossata in modo casual in quanto utilizza l'eleganza e la bellezza delle forme del Kimono per abbinare abiti, come abiti occidentali mantenendo la silhouette della scollatura e delle maniche di un tradizionale Kimono, con cinture a fascia, sandali di paglia e stivali.
Il tessuto utilizzato proviene da Hamamatsu City nella Prefettura di Shizuoka e cucito in Giappone, persino la maglieria utilizza materiali prodotti a Mitsuke City nella Prefettura di Niigata, assicurandosi che i capi siano realizzati in modo autentico e genuino in Giappone.
Inoltre, “Hyottoko” e “Okame”, i simboli di “un brav'uomo e una donna del Giappone tradizionale”, sono attaccati ai capi come loghi del marchio.

AAPPARÉ

―― Per prima cosa, presentati.

Sono Shito Hisayo e sono una designer. Possiedo 8 marchi in cui vendo, realizzo e creo abiti da capo apiedi di abbigliamento occidentale, kimono e accessori che disegno.

―― Cosa ti ha portato ad avviare questa attività?

Il mio amore per la moda. Soprattutto quando si tratta di kimono.

―― A cosa presti particolare attenzione nella gestione di questo business?

Che ogni oggetto è un pezzo unico.

AAPPARÉ Shito Hisayo

―― Cosa significa per te come donna gestire un'attività in Giappone?

Nell'industria dei kimono dominata dagli uomini, credo di poter aggiungere qualcosa di nuovo perché progetto con la prospettiva, le idee e la sensibilità di una donna.

―― Come pensi che il mercato globale percepisca AAPPARÉ?

Credo che AAPPARÉ sia visto come un'evoluzione del kimono. È moderno e facile da indossare, è quella moda che può essere facilmente apprezzata come l'abbigliamento occidentale.

―― Pensi che sia difficile far crescere una presenza globale?

Non penso che sia difficile. Credo che AAPPARÉ corrisponda alla scena dello stile di vita moderno in quanto possiede sia i design eleganti del kimono che la funzionalità dell'abbigliamento occidentale.

Shito Hisayo Shito Hisayo

―― Cosa pensi personalmente sia la cosa che attira gli occidentali in Giappone?

Credo che sia il fascino del popolo giapponese, la loro diligenza e sottigliezza.

―― D'altra parte, cosa pensi dell'Italia?

Sento che il senso italiano è simile ai miei lavori. Credo che condividiamo parallelismi in termini di utilizzo di disegni leggermente devianti e sfumature di colore, come oro fumé, argento e bronzo.

―― Quali sono le somiglianze tra Italia e Giappone?

Il fatto che siamo entrambi in armonia con ciò che è alla moda e che ci piace la moda dal profondo del nostro cuore.

―― Come vedi il futuro del rapporto tra Giappone e Italia?

Credo che ci siano meravigliose scoperte da fare combinando la superba tecnologia di lavorazione della pelle in Italia e i colori e i design unici del Giappone.

Shito Hisayo Shito Hisayo

―― Tornando a 『AAPPARÉ』, quali sono i tuoi piani e obiettivi futuri?

Voglio aprire un negozio all'aeroporto dove convergono persone da tutto il mondo. Voglio anche aprire negozi in paesi di tutto il mondo. Allo stesso tempo, penso che sarà interessante se il marchio potesse fornire uniformi per ristoranti o casinò.

―― Infine, ti preghiamo di lasciare un commento per i nostri lettori.

Come giapponese che ama il Giappone, la mia speranza è di poter elevare la moda kimono giapponese nell'industria della moda globale.
Il marchio "AAPPARÉ" è stato creato con questi pensieri in mente.
Grazie per il vostro supporto presente e futuro.
Shito Hisayo

E questa è stata la nostra intervista intima con Shito Hisayo! Dopo averla letto, come vi sentite? Cosa pensate? Condividete i vostri commenti con noi sulla nostra pagina Facebook!
Per saperne di più su Shito Hisayo e sul suo marchio, date un'occhiata ai link ufficiali qui sotto!

– Links –

Website: https://shito-hisayo.jp/
Facebook: https://www.facebook.com/shito1027hisayo/
Instagram: https://www.instagram.com/shitohisayo_official/


Japan History: Sasaki Kojirō

Sasaki Kojirō (1583 circa – 13 aprile 1612) nacque in un villaggio della provincia di Echizen. Noto come Sasaki Ganryū, è stato un importante spadaccino giapponese, principalmente ricordato per essere stato ucciso nel corso di un duello con Miyamoto Musashi. Sasaki Kojirō viene ricordato anche per indossare un haori di colore rosso e visse fra l’era Sengoku e l’inizio del periodo Edo.

Sasaki Kojirō

photo credits: wikipedia.org

La sua vita

Vissuto a cavallo dell'epoca Sengoku e l'inizio del periodo Edo, da ragazzo incontra Toda Seigen, istruttore di arti marziali del clan Asakura, divenendo suo allievo. Questo tipo di addestramento lo porta lontano dallo stile di Seigen, avvicinandosi al il kodachi, e sviluppando una tecnica che fa uso di ōdachi denominata Ganryū ("Stile della Roccia"). Grazie alla sua katana chiamata Monohoshi Zao, sviluppa la tecnica Tsubame-Gaeshi ( "Contrattacco della Rondine"), ispirata al volo dell'uccello.

Nel 1610 apre un dojo a Kokura e la sua fama inizia ad attrarre numerosi studenti di arti marziali, tra i quali troviamo Miyamoto Musashi, uno spadaccino ventinovenne che nell'aprile del 1612 lo sfida ad un duello che diventa protagonista di molte leggende. Le versioni descrittive delle leggende riguardanti il duello tra Sasaki Kojirō e Miyamoto Musashi sono varie e differiscono molto per quanto riguarda i dettagli. Su una cosa le leggende sono tutte d’accordo ed è la fine del duello che vede Musashi come vincitore.

Il duello finale

Il duello avvenne il il 13 aprile 1612 su un’isola a pochi chilometri da Kokura. Prima di giungere nel luogo, Musashi costruì un bokken con un remo e si presentò con ben tre ore di ritardo, ovvero tra le 9 e le 11. Kojirō estrasse la sua spada arrabbiandosi molto con Musashi a causa del suo ritardo e lanciò il fodero nell’ acqua. Musashi uccise Kojirō con un colpo alla testa assestato dalla sua spada di legno. Avvenne tutto così’ velocemente senza lasciare il tempo a Kojirō di usare la sua tecnica.

Sasaki Kojirō

photo credits: muza-chan.net

Le ipotesi della morte di Sasaki Kojirō

Le ipotesi riguardanti la vittoria di Miyamoto Musashi sono tante, tra cui si pensa anche che il ritardo fosse premeditato proprio per innervosire l’avversario. Durante le tre ore di ritardo infatti, Musashi si riposò mentre Kojirō perdeva completamente la concentrazione. In aggiunta, il suo abbigliamento non curato e la spada di legno contribuirono a fare arrabbiare Kojirō ancora di più. Si può dire che Musashi abbia vinto giocando sulla psicologia dell’avversario.
Un’altra ipotesi vede Musashi protrarre il ritardo appositamente per sfruttare l’effetto della luce solare tanto che potesse accecare l'avversario, un’altra ancora lo vede approfittare della bassa marea che gli avrebbe permesso di scappare più facilmente.

Sasaki Kojirō

photo credits: wikipedia.org

Kojirō era (probabilmente) sordo da un orecchio, ma questo non ha mai contribuito alla sua perdita, nonostante tutto sembra che questo sia accaduto perchè Musashi sfruttò la maggior lunghezza del suo bokken rispetto alla spada del suo avversario.

L’isola che fu luogo del duello venne ribattezzata Ganryū-jima in onore di Sasaki Kojirō.


I migliori show giapponesi su Netflix nel 2020

Non possiamo negare il fatto che Netflix sia una delle più grandi invenzioni rivoluzionarie degli ultimi anni, quindi ecco alcune delle migliori serie disponibili sulla piattaforma.

In questi giorni di reclusione forzata, la nostra relazione con Netflix, benché già molto intima, si è stretta ancora di più. Infatti, ora è il miglior momento per approfittare di tutti i nuovi show giapponesi disponibili sul sito di streaming. Se anche voi siete fan delle serie tv, potrete gustare tante nuovi episodi in lingua originale e approfittarne anche per approfondire la vostra conoscenza del giapponese.

Terrace House

2020 Best Japanese Shows on Netflix

photo credits: netflix.com

Terrace House (テラスハウス) è un franchising di reality show in Giappone. La prima serie dello spettacolo era anche conosciuta come "Boys × Girls Next Door". È andato in onda sulla Cool TV di Fuji Television dal 12 ottobre 2012 al 29 settembre 2014 per otto stagioni. Dopo l'enorme successo, è stato rilasciato un film indipendente come continuazione/conclusione della serie.
A settembre 2015, Netflix ha presentato in anteprima Boys & Girls in the City come una delle sue serie originali. Il nuovo spettacolo è una coproduzione di Netflix e Fuji, trasmessa anche su Fuji Television in Giappone, cambiando anche la sua posizione in un'area nascosta nel centro di Tokyo.

Uno dei più noti show giapponesi della piattaforma, Terrace House ha i suoi ovvi pro. Siamo tutti incuriositi lle inevitabili love story che sbocciano nello show, ma è anche interessante vedere come le persone nello show lavorano per raggiungere i loro obiettivi personali. Naturalmente, insieme a questo, ci sono anche occasionali singhiozzi tra i coinquilini, che sono sempre divertenti da vedere.

Midnight Diner: Tokyo Stories

Best Japanese Shows Netflix

photo credits: mymovies.it

Non guardatelo se siete affamati. "Midnight Diner" presenta un uomo che è noto come "Master" e gestisce un piccolo ristorante da mezzanotte alle 7 del mattino. Il locale accoglie ogni sera una clientela mista che condivide le loro affascinanti storie personali mentre mangia deliziosi piatti casalinghi. Durante queste ore, il Master diventa un confidente per tutti.
Unendovi a questi commensali solitari al tavolo mentre parlano tra loro, vi troverete a connettervi con loro e scoprire una nuova realtà del Tokyo By Night.

Come abbiamo detto, non guardatelo questo se avete fame o inizierete a desiderare qualsiasi cosa il Master stia preparando quella notte, anche se non possiamo garantire che non accadrà comunque.

The Naked Director

Netflix Netflix

photo credits: mubi.com, justwatch.com

Questo è lo spettacolo di cui tutti parlano. Ispirato alla vita del regista Toru Muranishi, lo spettacolo è una narrativa provocatoria della sua eccentrica e bizzarra carriera cinematografica per adulti. Durante l'apice del boom economico negli anni '80, Toru Muranishi, un venditore senza successo, tenta la fortuna nell'industria del porno in Giappone. Nonostante la mancanza di esperienza, Muranishi apprende rapidamente il potenziale di VHS e costruisce un impero per se stesso, rivoluzionando l'industria del porno giapponese.

La serie Comedy-drama è stata pubblicata solo ad agosto, tuttavia Netflix ha già confermato il rinnovo dello spettacolo per una seconda stagione.

Samurai Gourmet

Best Japanese Shows Netflix Best Japanese Shows Netflix

photo credits: esquire.com, eater.com

Dopo un anno da impiegato, Takeshi Kasumi fatica a trovare una nuova routine per se stesso. Mentre sua moglie continua con le sue solite attività quotidiane, Kasumi esce alla ricerca di un boccone da mangiare. Mentre è in giro, scopre il suo samurai interiore che lo incoraggia a vivere ogni giorno al massimo. Vivere anche ogni pasto al massimo aiuterà lui e noi, a godere del cibo come dovrebbe essere.
Samurai Gourmet è una serie che non solo ti aiuterà a riscoprire la bellezza di ogni pasto, ma ti condurrà anche nelle strade facendoti esplorare te stesso e una nuova città.

Queer Eye: We’re in Japan!

Best Japanese Shows Netflix

photo credits: netflix.com, wonderlandmagazine.com

Un reality riavviato nel 2018 e pronto a rilasciare la sua quinta stagione. Lo spettacolo ha avuto un successo travolgente e ha attirato l'attenzione di un uomo con il suo messaggio ispiratore di autostima.
Cinque esperti affrontano il Giappone per la prima volta e aiutano alcuni locali a riscoprire se stessi condividendo il loro talento e le loro capacità. Con Naomi Watanabe e Kiko Mizuhara il gruppo ha iniziato a trasformare le vite di molte persone. Questa tanto attesa mini-serie girata in Giappone mette in evidenza alcuni degli aspetti culturali più interessanti insieme ad alcuni momenti emotivi.

Atelier

photo credits: netflix.com

Se vi è piaciuto "Il diavolo veste Prada" questo è lo show che fa per voi. La nuova arrivata Mayuko Tokiya con gli occhi spalancati inizia a lavorare per una casa di design di lingerie a Ginza, il quartiere della moda di Tokyo. Anche se è al suo primo lavoro, Mayuko è determinata a trovare il suo posto e a farsi valere sotto il controllo dell'azienda e del suo fondatore, una sorta di giapponese Anna Wintour.
Questa serie di una stagione vi porterà in un viaggio ricco di eventi in cui Mayuko si fa strada in una casa di moda e in una città in rapido movimento.

Million Yen Women

photo credits: wikipedia.org

Adattato dall'omonimo manga di Shunju Aono, cinque donne appaiono nella casa di un romanziere in difficoltà, Shin Michima. Pagandogli una somma mensile di un milione di yen, chiedono l'affitto e le spese di soggiorno in cambio. Tuttavia, Michima non sa perché queste donne siano qui e non gli lasceranno fare domande. Mentre questa potrebbe sembrare una storia di un manga per giovani uomini, ogni donna ha in realtà la sua personalità. Il loro rifiuto di fornire qualsiasi informazione crea una dinamica interessante che ti stupirà e ti farà guardare tutti gli episodi in una volta sola.

Switched

photo credits: techprincess.it, decider.com

Quando frequentavate il liceo, avete mai sognato di cambiare posto con la ragazza più popolare della scuola? Questa serie drammatica racconta la storia di una studentessa depressa Zenko Umine che si suicida mentre una compagna di studi Ayumi la vede cadere dal tetto. Dopo essere svenuta, Ayumi si sveglia e si ritrova nel corpo di Umine, mentre Umine è in quello di Ayumi. Con molti colpi di scena, diamo uno sguardo più da vicino a come gli studenti delle scuole superiori sono sotto pressione dalla società di oggi.

Good Morning Call

Best Japanese Shows Netflix

photo credits: netflix.com, geekinsider.com

Tra gli spettacoli di maggior successo su Netflix, la commedia romantica drammatica di due stagioni è un adattamento televisivo dell'omonimo manga di Yue Takasuka. Coprodotta da Fuji TV e Netflix, la storia è ambientata a Tokyo e segue il rapporto tra l'adolescente Nao Yoshikawa e Hisashi Uehara. Quando si trasferisce nel suo nuovo appartamento con 2 camere da letto, Nao scopre che anche il ragazzo più bello e popolare della scuola si sta trasferendo nella stessa casa. Rendendosi conto di essere stati truffati ad affittare lo stesso appartamento, acconsentono a diventare coinquilini in segreto in modo da poter affrontare il pagamento dell'affitto. Mentre seguirete le loro avventure, vi troverete a fare il tifo per questa coppia e ad essere stupiti da quanto le relazioni possono essere complicate a qualsiasi età.

Followers

Best Japanese Shows Netflix

photo credits: tvserial.it, everyeye.it

Presentata su Netflix il 27 febbraio 2020, la serie ruota attorno alla città dalle luci accecanti, Tokyo. Con la sua vita, i suoi colori, la sua moda e le sue ambizioni, la città fa da sfondo alla storia di Limi Nara, una famosa fotografa di moda di successo. Ha avanzato la sua carriera con fotografie della Tokyo moderna, catturando i cambiamenti nella città e le persone che la abitano. Conducendo una vita sicura e indipendente sia privatamente che professionalmente, è in contrasto con la giovane attrice in difficoltà Natsume Hyakuta. Avendo problemi sia nella sua vita professionale che personale, Hyakuta è alla ricerca della fiducia in se stessa e della propria identità. Tutto questo cambia quando un giorno Limi pubblica una fotografia di Natsume su Instagram. Da questo momento in poi, la vita della giovane attrice e di coloro intorno a lei cambia completamente mentre queste due donne cercano di trovare la propria strada per la felicità e l'amore.

Ajin

Best Japanese Shows Netflix

photo credits: netflix.com,pinterest.it

Kei Nagai, uno studente che scopre di essere un Ajin, un semiumano, quando viene ferito a morte in un incidente stradale. In questo mondo, un piccolo numero di umani possiede estreme capacità rigenerative che si innescano dopo la morte o lesioni mortali. Ciò consente loro di riprendersi completamente in pochi secondi dalle loro ferite, anche quelle più estreme. Insieme a questo, un Ajin può creare "fantasmi neri", entità altamente pericolose per il combattimento che sono invisibili agli umani normali. Questi fantasmi sono resistenti a qualsiasi lesione fisica, hanno una straordinaria forza, denti e artigli affilati come rasoi. I fantasmi neri hanno la loro intelligenza e, ad esempio, la maggior parte di loro fa affidamento sul proprio Ajin per le indicazioni, altri sono più indipendenti.
Ovviamente, un Ajin è considerato pericoloso e disumano dal popolo e la maggior parte viene catturata dai governi. Le nazioni usarono la scusa della protezione degli Ajin ma in realtà questi diventavano soggetti di esperimenti crudeli per sfruttare le loro capacità di guarigione. Di conseguenza, si creano due fazioni e alcuni Ajin fuggiti dai laboratori cercano vendetta. Sintonizzatevi su questa serie di fantascienza e scoprite come si svolge la storia.

Questi sono solo alcuni dei nostri programmi preferiti attualmente disponibili su Netflix. Unitevi alla conversazione sulla nostra pagina Facebook e fateci sapere qual è il vostro preferito!


Bringing Japan to Italy: episode 10 - Hoshitaro Asada

Ritorna la nostra rubrica 『Bringing Japan to Italy』con l'episodio numero 10 dedicato a Hoshitaro Asada, che lavora presso la sakagura Sogen ad Ishikawa in Giappone.

La sua missione è non solo produrre uno dei sake più buoni al mondo, ma anche quella di diffondere la cultura giapponese a livello internazionale. Ai nostri microfoni si è raccontato sulle similitudini fra Italia e Giappone e su come gli italiani vedono e vivono il mondo del sake.


TENOHA &| TASTE: KIIRO WEEK

E' tempo di Kiiro Week da TENOHA Milano! Infatti, l’Hinamatsuri (雛祭り), conosciuto anche come la festa delle Bambole o festa delle Bambine, si festeggia in Giappone e anche a TENOHA Milano.

Kiiro Week
Solitamente questa festa si tiene il 3 Marzo di ogni anno in Giappone ed è una ricorrenza molto sentita. Consiste nell’esporre una serie di bambole ornamentali rappresentanti l’imperatore, l’imperatrice e altri esponenti della corte del periodo Heian. Durante l’Hinamatsuri i familiari pregano perchè le bambine possano avere bellezza e salute passando la sfortuna alle bambole allontanandola da loro. Nel resto del mondo, insieme alla festa delle Bambole o delle Bambine, si festeggia la Donna nel giorno dell’8 Marzo. TENOHA Milano, vero ponte tra Giappone ed Italia, decide di riunire le due feste e presenta la Kiiro Week con un piatto tipico dello Hinamatsuri: il Chirashi-sushi ちらし寿司 in un bento di legno (juubako).

I piatti della Kiiro Week

I set che potete gustare sono composti da Chirashi & Osuimono.
Il Chirashi sushi è un piatto tipico e molto richiesto. Riso, uova, gamberi, tonno, salmone, tobiko, cetrioli, radici di loto, peperoni gialli e taccole.
L’ Osuimono è una zuppa con vongole, cima di rapa e yuzu

Dettagli

Quando: 4-9 marzo
Dove: TENOHA &| TASTE, TENOHA MILANO — Via Vigevano, 18
Quando: lunch & dinner
Costo: Special lunch set KIIRO: 18€ | Special dinner set KIIRO: 18€

Highlights

SET: Chirashi & Osuimono
2 special drink (solo nel weekend)


Atsuta Matsuri, lanterne e fuochi artificiali

Tanti sono i matsuri giapponesi ma oggi decidiamo di concentrarci sull'Atsuta Matsuri, nella prefettura di Aichi.

Atsuta Matsuri

photo credits: thegate12.com

Nella regione di Chubu, più precisamente a Nagoya nella prefettura di Aichi, se ci addentriamo nella città, nascosto tra secolari cipressi, scopriremo uno dei santuari più sacri del Giappone: l’Atsuta Jingu. Venerato sin dall’antichità con i suoi 1900 anni, si ritiene sia la casa della Sacra Spada Kusanagi dell'Imperatore, una delle tre insegne imperiali.
In questo luogo magico, ogni anno, il 5 giugno si tiene l’Atsuta Matsuri (諸ブー祭), meglio conosciuto come Shobu-sai.

La giornata dell'Atsuta Matsuri

Atsuta Matsuri

photo credits: kawaii-aichi.jp

Attorno alle 10:00 del mattino i festeggiamenti iniziano con una cerimonia speciale in cui un messaggero imperiale viene inviato al santuario per offrire le goheimotsu. Queste infatti sono strisce di carta bianca per i rituali shintoisti e che servono a celebrare una cerimonia speciale dedicata agli dei e alle dee dell’Atsuta Jingu. Dopodichè questo splendido e caratteristico Matsuri ospita vari spettacoli tra i recinti del Santuario.

Gli spettacoli

Gli spettacoli durante questo festival sono molti e di vario tipo, fra cui Il kyudo, tiro con l'arco in stile giapponese e il kendo, scherma giapponese. Ma il vero protagonista è l’Atsuta-kagura, un tipo di danza shintoista tradizionale locale accompagnata da flauti e dai taiko, i tipici tamburi giapponesi. Oltre a questo, troviamo varie esibizioni fra cui il Sumo e competizioni di intrattenimento come il Kodomo Mikoshi, i santuari portatili per bambini!

Atsuta Matsuri

photo credits: kawaii-aichi.jpgoinjapanesque.com

Il Festival raggiunge il culmine del fascino quando, alle 18:00, i cinque makiwara kento, enormi altari allegorici decorati da 365 lanterne ciascuno, sono sistemati accanto agli ingressi delle tre porte torii del santuario e vengono illuminati. Naturalmente non mancano le bancarelle che offrono tipicità e souvenirs di ogni genere.
Il chiacchiericcio delle persone si arresta alle 21:00 al parco Jingu Koen quando uno stupendo spettacolo pirotecnico fa alzare le teste al cielo e riempie gli occhi di luci e colori.

photo credits: goinjapanesque.com

Il festival di Atsuta è il più grande festival tra i circa 70 eventi che si tengono al Santuario di Atsuta ogni anno.

Atsuta Matsuri Atsuta Matsuri

photo credits: nagmag.jp, kichijapan.com

Se vi trovate nei dintorni, non perdete questi magici spettacoli di lanterne e fuochi d'artificio per trascorrere una giornata divertente all’insegna della tradizione! Come ogni festival la partecipazione è gratuita. Per ogni informazione su come raggiungere la location, visitate il sito ufficiale del Santuario in inglese.