TENOHA &| TASTE: Onigiri aperitivo a TENOHA Milano

C’è qualcosa di nuovo in città, un Onigiri aperitivo a TENOHA Milano!

onigiri aperitivo 

Un appuntamento nuovo per chi vuole un aperitivo diverso, per chi vuole divertirsi in compagnia, il giovedì sera sapete dove andare!

TENOHA Milano, che solitamente vi propone i migliori aperitivi in città, ha deciso di provare qualcosa di nuovo, perchè rinnovarsi è importante. Sapete cosa sono gli Onigiri?

Già presenti nel l'XI secolo, queste palle di riso venivano chiamate tojiki e consumate in picnic all'aperto. Erano il pranzo dei Samurai che si conservavano delle polpette di riso in foglie di bambù durante la guerra. Un cibo più rapido da mangiare, anche prima dell’utilizzo delle bacchette. Solo dal periodo Heian si cominciò a consumarlo nei piatti e assunse una forma rettangolare. Invece dal periodo Kamakura al tardo Edo furono considerati un pasto veloce. Altro non erano che polpette di riso con sale all’esterno ma solo successivamente cominciarono ad essere serviti con gli ingredienti più disparati.

onigiri aperitivo

Dopo aver visto un po’ la storia degli Onigiri, TENOHA Milano è pronta a farveli rivivere non solo nel menu, ma anche in uno speciale aperitivo! I gusti sono tanti e pronti a farvi sognare! Potete scegliere tra:

  • spinaci e sesamo
  • umeboshi
  • salmone
  • nikumiso
  • tonno e maionese
  • katsuobushi

Chiedete al magnifico chef Sawayama i vostri Onigiri preferiti e lui, con un magnifico Show Cooking, li preparerà davanti ai vostri occhi! Insieme agli Onigiri ci sarà un variopinto e gustosissimo buffet di cui potrete usufruire senza sosta!

Pronti per un’altro viaggio fra i sapori del Giappone? Salite sul treno di TENOHA Milano!

Onigiri aperitivo: dettagli

Costo: 12 euro Onigiri + 1 drink + buffet
Quando: ogni giovedì, dalle 18 alle 20.30
Dove: & | TASTE TENOHA MILANO — Via Vigevano, 18, 20144 Milano


Travel guide: Tokyo - Episode 04 - Colazione a Tokyo

La colazione è il pasto più importante della giornata e questa regola vale anche a Tokyo! Oggi per il nuovo post dedicato alle nostre guide pratiche vi parliamo dei posti migliori dove fare colazione a Tokyo.

photo credits: oyakata.com.pl

La tipica colazione a Tokyo e in Giappone

Quando si parla di “prima colazione”, ognuno di noi ha idee differenti in base alle proprie abitudini: dolce, salata, proteica.

Recentemente io, abituata ai frullati di frutta fresca e avena ogni mattina, mi sono detta: “Se abitassi a Tokyo e volessi provare le tradizioni giapponesi, cosa potrei mangiare a colazione?”

Per fortuna anche in Giappone la colazione è considerata da lungo tempo come il pasto più importante della giornata ed è preparata e consumata a casa. La tradizionale colazione del Sol Levante si basa sul concetto di ichiju-sansai (一汁三菜 = una zuppa, 3 piatti). I piatti principali sono Gohan (ご飯) , una ciotola di riso al vapore, Shiru (汁) una ciotola di zuppa, Okazu (おかず) il piatto principale e Kouno mono (香の物) un piccolo piatto di verdure di stagione in salamoia.

Hatsufuji a Nihonbashi

photo credits: timeout.com

Questa è una tappa amata da tutto coloro che si recano in ufficio ogni mattina. Hatsufuji a Nihonbashi è un ristorante in cui, attraverso una semplice macchinetta, si può ordinare un completo set di piatti da colazione tra le 7:00 e 11:00 della mattina.

Tsumugi a Tsukiji

colazione a tokyo

photo credits: favy-jp.com

Parte del centro informazioni dell’antichissimo Tempio Tsukiji Hongan, Tsumuji offre un piccolo negozio e uno spazioso cafè dall’atmosfera calda e rilassante. La colazione, servita fino alle 11, offre la possibilità di scegliere tra due menu. La prima scelta è il tradizionale set che comprende pesce grigliato, verdura agrodolce, tamagoyaki, riso e zuppa di miso, il muesli con i crackers di riso e frutta fresca.

In alternativa, lo spettacolare 18 Hinmoku No Asagohan che comprende ben 18 piatti! Ispirato agli insegnamenti dei 48 grandi voti di Amitabha Buddha, esso comprende: porridge di riso, zuppa di miso e 16 piccoli piatti stagionali, come l'anatra con pepe sansho, konnyaku shiroae, tamagoyaki, tofu con pasta di fagioli bianchi, yuzu e gelatina di matcha.

Tsukiji Sushi Sei a Marunouchi

colazione a tokyo

photo credits: picrumb.com

Percorrendo la stazione di Tokyo, nel settore del GranSta Dining, ci si imbatte nel Tsukiji Sushi Sei. Qui la colazione, servita dalle 7 alle 10, prevede un piatto speciale. Parliamo infatti del tai goma (dentice affettato al sesamo) e tante altre varianti come pesce brasato con pancetta di salmone e ikura. Ogni porzione è rigorosamente accompagnata da una ciotola di riso, zuppa di miso, tamagoyaki e verdura agrodolce.

Shinpachi Shokudo a Shinjuku

colazione a tokyo

photo credits: tripifyapp.com

La frenesia mattutina dei giapponesi la si può vivere in questo particolare locale situato tra le vie secondarie di Shinjuku. Ispirato ad una rustica fattoria, il bancone a ferro di cavallo garantisce un servizio veloce e del cibo gustoso. Qui la colazione comprende sgombro, saikyo alla griglia, salmone marinato e goma-aji.

Odashi Tokyo a Shinagawa

colazione a tokyo

photo credits: ryutsuu.biz

Odashi appartiene ad una catena e come tale offre un menu fisso e piccole aggiunte extra che si possono scegliere tra varie offerte. La colazione, servita tra le 7 e le 10, comprende: zuppa di miso all'aragosta, maiale e spinaci in brodo di latte di soia allo zenzero, congee di pollo, radice di loto e congee cinesi di zucca. Questi sono tutti piatti ai quali si può aggiungere tofu, brodo con maiale e patate e zuppa di saikyo miso.

Quale tra questi locali tradizioni vi hanno incuriosito? Avete già trovato il vostro preferito o conoscete altri fantastici posticini da suggerirci? Una cosa è certa: anche la colazione a Tokyo è un’esperienza straordinaria!

 


CARRY THE SUN by Landport

Fin da quando siamo bambini desideriamo portarci dietro il sole, CARRY THE SUN, appunto. Il nome dice tutto, di notte, di giorno, quando ci sentiamo insicuri, quando abbiamo paura e quando abbiamo bisogno di una rassicurazione. Un sogno che dal Giappone diventa una realtà e grazie a Landport, in qualsiasi occasione, possiamo portare comodamente in tasca o in borsa il sole e la sua luce.

CARRY THE SUN

I modelli sono vari e si adattano a qualsiasi gusto ed occasione:

  • A) luce calda dimensione S e M
  • B) luce fredda dimensione S e M
  • C) luce rainbow 7 colori (dimensione M)

CARRY THE SUN ovunque, in tenda, in vacanza, per emergenza o semplicemente come idea regalo.

Infatti, questo è un prodotto assolutamente ECO in tutti i suoi significati, perchè CARRY THE SUN è ECOlogico, ECOnomico ed ECOsostenibile. Un grandissimo risparmio di energia: basta ricaricarlo con la luce del sole diretta per almeno 8 ore e avrete il vero e proprio sole con voi per ben 74 ore! Inoltre, il suo essere leggero, resistente e lavabile renderà il tutto ancora più piacevole, diventerà una presenza di cui non si potrà più fare a meno. Non riusciamo a uscire senza smartphone, anche perchè potrebbe tornare utile per i momenti di emergenza. Tuttavia, quando abbiamo bisogno della luce del sole come facciamo, nel buio della notte? Con questo nuovo prodotto ce l’abbiamo in tasca o in borsa, diventerà ancora più indispensabile del telefono cellulare!

CARRY THE SUN CARRY THE SUN landport

Cosa c’è di più naturale della luce del sole? Quella luce che ci coccola quando siamo da soli, quando abbiamo bisogno di aiuto o di vedere la strada davanti a noi in casi di emergenza? Oppure state cercando un’idea regalo particolare e sicuramente unica? Una di quelle idee regalo che lasceranno le persone senza parole e con la classica espressione di stupore negli occhi. Regalate la luce del sole, CARRY THE SUN di Landport è quello che stavate aspettando e potete trovarlo nello shop di TENOHA MILANO da ora!

 

Dettagli

Official website: https://www.landport.co.jp/ , https://www.carrythesun.jp/
Socials: Official Instagram, Official Facebook
Dove acquistare: https://www.tenoha.it/shop/


TOKYO TESHIGOTO festeggia l'arrivo a Milano

Siete pronti per vivere TOKYO TESHIGOTO a TENOHA MILANO con uno speciale evento tradizionale e moderno?

TOKYO TESHIGOTO

TOKYO TESHIGOTO è un progetto che mischia l’abilità degli artigiani di Tokyo e la produzione moderna. Sicuramente sapete quanto ricca sia l’arte tradizionale giapponese che è stata creata dagli artigiani Edo e quanto importante sia trasmetterla alle nuove generazioni. Per questo TENOHA Milano ci propone un altro viaggio in Giappone alla scoperta dei lavori manuali dei maestri chiamati “Takumi” e dell’estetica Edo. Oltre a diffondere l'estetica Edo di "iki" e "inase” i Takumi stanno sfidando nuovi tipi di artigianato di Tokyo in modo che più persone possano conoscerlo e viverlo. Potete trovare tutti i prodotti TOKYO TESHIGOTO allo shop di TENOHA Milano, per toccare con mano l’emozione dell’epoca Edo e portarvela a casa.

TENOHA Milano ovviamente non poteva evitare di celebrare questa grande novità! Non mancate al launch party di TOKYO TESHIGOTO! Vi sentirete non solo più vicini alla storia del Giappone, ma anche arricchiti internamente da qualcosa che normalmente non potreste vivere. Sarà una serata fuori dal comune in cui la tradizione si sposa con la modernità: la storia del Giappone arricchita dal DJ set di Andrea Ratti. Cosa aspettate? Avete voglia di trascorrere una di quelle serate speciali che solamente TENOHA Milano può organizzare per voi?

Dettagli

Tutti i prodotti saranno disponibili all’acquisto da TENOHA & | SHOP

LAUNCH PARTY
Quando: 25 Gennaio dalle 18.00 alle 20.00
Dove: TENOHA MILANO — Via Vigevano, 18, 20144 Milano
INGRESSO LIBERO

OFFICIAL WEBSITE
https://tokyoteshigoto.tokyo/en/

More info:
https://www.tenoha.it/shop/tokyo-teshigoto/


Tokyo 2020, tutto quello che c'è da sapere sulle Olimpiadi

Il nuovo anno è finalmente arrivato e mancano solo pochi mesi all’inizio delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Tokyo 2020 Tokyo 2020

Le Olimpiadi sono sempre un momento in cui tutto il mondo si riunisce. E’ il momento in cui diventiamo tutti esperti di scherma, lancio del disco e getto del peso. Alla fine tutto il mondo è paese, ma quelle di Tokyo 2020 si preannunciano essere uno spettacolo da togliere il fiato.

Tutti i dettagli su Tokyo 2020

A meno di un anno dall’apertura, cominciano ad uscire le prime news e i primi programmi ufficiali. La cerimonia di apertura si terrà il 24 luglio 2020 e quella di chiusura il 9 agosto, mentre le Paralimpici avranno luogo dal 25 agosto al 6 settembre dello stesso anno. Potete trovare un programma completo di tutte le competizioni sul sito ufficiale.

Tokyo 2020 Olimpiadi 2020

Dove si svolgeranno le Olimpiadi di Tokyo 2020

Per questa occasione, Tokyo ha preparato più di 40 luoghi e palazzetti in giro per la città. Gli ultimi giochi estivi ospitati in questa città, risalgono al 1964, le prime Olimpiadi in Asia. Tuttavia, la capitale del Sol Levante, ha ospitato per ben due volte le olimpiadi invernali, nel 1972 e 1998.

Il Logo

Nel corso della storia, il motivo a scacchi è diventato molto popolare in diversi paesi e per svariate ragioni. In Giappone, questo divenne formalmente noto come "ichimatsu moyo" nel periodo Edo (1603-1867). Questo disegno a scacchi nel tradizionale colore giapponese del blu indaco esprime una raffinata eleganza e raffinatezza che esemplifica il Giappone.

Composto da tre varietà di forme rettangolari, il design rappresenta diversi paesi, culture e modi di pensare. Incorpora il messaggio di "unità nella diversità". Esprime inoltre che i Giochi Olimpici e Paralimpici cercano di promuovere la diversità come piattaforma per connettere il mondo.

Olimpiadi tokyo Tokyo 2020

Dove trovare i biglietti per Tokyo 2020

Al momento purtroppo, e come previsto, i biglietti sono tutti sold out. Tuttavia, una nuova ondata di biglietti sarà disponibile in primavera.

Quali sono i nuovi sport

Come spesso accade ad ogni olmpiade, anche per le Olimpiadi di Tokyo 2020 ci sono nuove specialità in competizione. Nonostante mancassero all’edizione di Londra e Rio, il Baseball and Softball entrano ufficialmente in gara grazie alla forte popolarità in Giappone. Cinque nazioni gareggeranno assieme agli ospitanti per la medaglia d’oro sul diamante.

Tokyo 2020 Tokyo 2020

Assieme a queste arrivano anche il Karate, la scalata, surf e skateboard. Sulla stessa ondata, il basket aggiunge i tornei a tre per otto nazioni. Non mancheranno poi il Rugy a sette, una variante che coinvolge solo 7 giocatori per parte. Inoltre, ritorna il golf dopo il suo debutto a Rio.

Le medaglie

Non da trascurare sono le medaglie che gli atleti vinceranno durante questi giochi olimpici 2020 a Tokyo. Infatti, per questa occasione Tokyo ha creato un progetto speciale per rendere queste olimpiadi un po’ più “verdi”. Questo progetto speciale, il Tokyo 2020 Medal Project , avrà il compito di raccogliere più di 80,000 tonnellate di telefoni cellulari e piccoli apparecchi ellettronici da riciclare in tutto il Giappone. Questi serviranno poi a creare le meravigliose medaglie delle Olimpiadi e Paraolimpiadi 2020.

Olimpiadi

Tokyo 2020 medaglie

Il sito del progetto, ha affermato che sono stati usati oltre 6 millioni di telefoni cellulari derivati da una donazione nazionale durata due anni.

Sport e tecnologia insieme per le Olimpiadi Tokyo 2020

Le Olimpiadi estive del 2020 si preannunciano già spettacolari, ma le sorprese non finiscono qui. Il Giappone è famoso per essere all’avanguardia su ricerca e sviluppo in diversi campi tecnologici. Infatti, durante la cerimonia di apertura, Sky Canvas, con l’aiuto della compagnia di ricerca ALE, illuminerà il cielo notturno. Le due società lanceranno nell’atmosfera “gli ingredienti per una stella cadente” utilizzando un piccolo dispositivo satellitare.
Inoltre, sappiamo che in Giappone i fuochi d’artificio sono molto importanti e per questa occasione, la città pensa di creare una propria pioggia di meteoriti controllata.

Tokyo 2020 torch

Ma le curiosità continuano. All’interno del villaggio Olimpico, saranno disponibili robot umanoidi per fornire indicazioni su alloggi e attrazioni nelle vicinanze. Tuttavia, il Giappone non si accontenta e vuole fare le cose in grande. Infatti, è in fase di sviluppo anche la tecnologia che consentirà aggiornamenti olografici di eventi all’interno dello stadio.

I trasporti di Tokyo 2020

Tokyo si sa, in quanto a trasporti è una delle città più avanzate del mondo e più connesse del mondo. Per queste Olimpiadi 2020 ci saranno delle misure speciali in atto. Infatti, per recarsi al proprio hotel, si può utilizzare una sola tessera magnetica per treni, stanza d’albergo e taxi senza conducente. Esatto, un taxi senza conducente i quali test su strada sono già in corso a Tokyo.

Ma le novità per quanto riguarda il trasporto a Tokyo 2020 non finiscono qui. Infatti, la città introdurrà nuovamente il treno più veloce al mondo. Sebbene non sarà operativo fino al 2027, il Maglev farà il suo debutto alle Olimpiadi di Tokyo. Questo treno ha infranto tutti i record di velocità terrestre ed è in grado di raggiungere velocità circa 600 km/h.
Questi treni futuristici operano grazie al principio della levitazione magnetica, consentendo ai treni di restare sospesi sui binari. È l’assenza di frizione che consente ai treni di raggiungere tali velocità, pur continuando a rispettare i rigorosi standard di sicurezza giapponesi. Insomma, un assaggio di quel futuro fantascientifico che fino ad ora abbiamo visto solo nei film.

Shinkansen N700s Supreme

Durante le Olimpiadi di Tokyo 2020 debutterà anche la nuova seria di Shinkansen N700S, detta anche Shinkansen Supreme.
Completamente ridisegnato in modalità più intelligente e silenziosa, questo treno funzionerà sulla linea Tokaido Shinkansen. Essendo più leggero di 11 tonnellate rispetto alla generazione precedenti consumerà meno energia e correrà tra le stazioni di Tokyo e quella di Shin-Osaka.

Shinkansen N700s supreme Tokyo 2020

La nuova stazione della linea Yamanote

In onore di questo evento, la linea Yamanote inaugurerà anche una nuova stazione: Takanawa Gateway Station. Situata fra le stazioni di Shinagawa e Tamachi, la nuova offrirà l’accesso all’Haneda Airport Monorail e alla linea JR Keihin-Tohoku. Progettata nello stile eki naka, la stazione Takagawa Gateway sorgerà su 4 piani con un’area pubblica che ospiterà un grande scermpo per la visione dei Giochi Olimpici 2020.

Tokyo 2020 Takagawa Gateway

Noi stiamo aspettando con ansia queste Olimpiadi di Tokyo 2020, e voi?

Fonti: olympic.org, mainichi.jpkyodonews.nettimelapsetokyo.com, japan-forward.com


2020, l'anno del topo

Siamo nel 2020 ed è ufficialmente scoccata l’ora dell’anno del topo. Vi siete mai chiesti perchè in Giappone, allo scoccare di ogni nuovo anno, viene annunciato il nome di un animale? Ad esempio “l’anno del montone” o “l’anno del bue” e così via?

Topo Topo

photo credits: amazon.com , https://tokyo5.files.wordpress.com

Questa usanza prende origine dallo zodiaco cinese, che diversamente dalla nostra tradizione, non si basa sul mese di nascita, ma bensì sull’anno! Perciò ad ogni anno corrisponde uno dei 12 animali dell’oroscopo: Topo, bue, tigre, coniglio, drago, serpente, cavallo, montone, scimmia, gallo, cane e cinghiale.

Topo

photo credits: pinterest.it

L’astrologia ha sempre affascinato tutti, anche i più scettici. Il 2020 è l’anno del Topo, il primo dei 12 segni, caratterizzato dalla positività e dall’energia. Infatti, se la sua influenza sarà quella promessa, questo nuovo anno dovrebbe vedere l’evoluzione o l’avvio di nuovi progetti, promettendo succosi frutti a coloro che lavorano duramente.
Inoltre, famose astrologhe come Jessica Adams e Cathryn Moe affermano che ci aspettano 366 giorni in cui sarà “l’unione a fare la forza”. In questo nuovo anno, nessuno dovrebbe affrontare le grandi sfide da solo, ma unirsi per raggiungere l’obiettivo. Di conseguenza “condivisione di potere” sarà una delle parole chiave.

anno del topo

photo credits: pinterest.it

Potremmo assistere ad un processo evolutivo su scala mondiale, in cui le persone potrebbero arrivare a comprendersi e collaborare per il bene collettivo. Questo avrebbe grandi ripercussioni positive sul piano sociale.

Il topo rappresenta quella parte della psiche più oscura in cui il vero “io” si esprime. Cadranno le maschere che fino ad ora ci hanno circondato. Questo comporterebbe una maggiore compassione e comprensione anche verso il nostro stesso Pianeta (ci basti pensare alla lotta per cambiamenti climatici).

Una nuova energia dentro di noi libererà tutta la sua potenza. E voi? Siete pronti ad affrontare questa rivoluzione regalata dall'anno del topo?


TENOHA &| SHOP: B-SIDE LABEL è finalmente qui!

B-Side Label, gli stickers più famosi del mondo, sono arrivati a TENOHA MILANO!

B-Side Label  B-Side Label

Se siete stati in Giappone siete tornati indietro con la valigia piena di questi stickers, perchè potevate trovarli solamente lì e online. Quando vi arrivavano a casa avete riempito i computer, le macchine e qualsiasi altra cosa con questi adesivi, sicuri che non si sarebbero più staccati. Sì perchè sono degli adesivi magici…

B-side Label, breve storia

Scopriamo un po’ di più di questi magici adesivi. B-Side Label è creata da artisti Giapponesi che usano il loro estro e la loro arte per creare adesivi speciali e soprattutto unici al mondo. Nel 2003, ad Osaka, cominciano ad essere prodotti e venduti ai passanti sui marciapiedi. La loro magia comincia da quel momento, in cui fanno nascere un sorriso sul viso della persona che li acquista. Come mai? Perchè, nonostante non siano essenziali, regalano un tocco di felicità in più alla vita e raffigurano i nostri personaggi preferiti, sì, esattamente quelli che vorremmo portare sempre con noi! I numeri ad oggi sono assolutamente impressionanti e ben diversi dalla vendita da marciapiede, che comunque rimane un inizio spontaneo e molto dolce. Stiamo parlando di oltre 5.000 diversi design di adesivi con 50 nuovi ogni mese. Come non esserne innamorati? Impossibile.

TENOHA

Ogni volta che si va in Giappone si passano ore nel negozio di B-Side per scegliere tra i tanti adesivi e il primo desiderio è quello di portarseli a casa tutti. Non solo sono bellissimi, ma sono anche tutti impermeabili e coperti con pellicola protettiva UV. Non dovete avere paura di metterli da qualche parte che non sia il vostro pc, potete decorare di tutto, dall’auto alla bicicletta, dalla tavola da surf alle normali bottiglie d’acqua. Potete personalizzare tutto con gli adesivi B-Side, perchè non si staccheranno per nessun motivo, almeno per tre anni buoni sono assicurati a ciò su cui li avete attaccati.

B-Side Label TENOHA MILANO

Per questo sono magici, qualcosa di bello e sicuro potrebbe essere non definito magico? Tra l’altro, ora sono disponibili, per la prima volta in Italia, a TENOHA Milano. Sì, proprio TENOHA Milano, il luogo che vi permette di vivere il Giappone pur non prendendo l’aereo. Potete trovare questi adesivi B-Side label proprio qui, a portata di mano nello shop di TENOHA Milano.

Quindi cosa aspettate? Andate a riempirvi occhi, cuore e mani di questi adesivi e, come sempre, vivete la magia come se foste in Giappone.

Dove: TENOHA &| SHOP - https://www.tenoha.it/shop/
BSIDE LABEL Official Website: https://bside-label.com/

 


Akira Isogawa: leggenda giapponese in Australia

Il Giappone è famoso e attraente non solo per gli occhi dell'Italia ma anche in tutto il mondo e il lavoro di Akira Isogawa ne è un esempio. Con l'apertura del Giappone al mondo, i giapponesi hanno viaggiato e si sono trasferiti in diversi paesi. Akira Isogawa è ora il residente giapponese più famoso dell'Australia.

Akira Isogawa Akira Isogawa

Chi è Akira Isogawa

Nato a Kyoto, in Giappone, nel 1964, è emigrato in Australia nel 1986 ed è oggi uno dei più famosi stilisti di questa terra. Ha studiato moda all'East Sydney Technical College traendo ispirazione dal design giapponese contemporaneo. Alla fine degli anni '90, era conosciuto a livello internazionale insieme al suo marchio di abbigliamento femminile Akira. I suoi abiti appaiono sotto la sua etichetta Akira e sono venduti in Australia, Nuova Zelanda e altri 10 paesi. Ad oggi, è uno dei pochi designer australiani che espone e vende i suoi abiti a Parigi.

Akira Isogawa

La leggenda Australiana

Nel 2005, colto di sorpresa, divenne una "leggenda australiana" e fu invitato ad apparire su un francobollo commemorativo. Questo onore è solo uno dei tanti riconoscimenti ricevuti da Isogawa per i suoi successi in oltre 25 anni di carriera

Ha detto a The Japan times "A dire il vero, non avevo idea che l'Australia Post fosse così progressista e innovativo nel proprio marketing", dice ridendo. “Pensavo che dovessi essere morto per apparire su un francobollo, figuriamoci lavorando attivamente nel proprio campo. Ho ancora molto da fare!”

Akira Isogawa Akira Isogawa

La vita in Australia

L'Australia e la sua scena della moda hanno abbracciato Akira Isogawa come uno di loro. Si sente molto vicino alla sua casa adottiva, anche grazie a un cugino materno che vive nella città di Mittagong nel Nuovo Galles del Sud.
Il governo ha lanciato un programma per i visti per le vacanze e lavoro che ha dato a Isogawa la possibilità di realizzare le sue ambizioni di studiare e lavorare nella moda.

Arrivato in Australia a metà degli anni '80 e avendo alcune difficoltà nelle prime settimane del suo soggiorno, le cose sono migliorate dopo che sono nate le rivoluzionarie feste di ballo della RAT (Recreational Arts Team). Qui Isogawa riesce a connettersi con persone che la pensano allo stesso modo e far fiorire il suo talento.
Dopo essersi iscritto a un corso di moda presso l'East Sydney Technical College, ha aperto il suo primo negozio con tutti i suoi risparmi.

"Sydney è la mia base", afferma Isogawa. “Crescendo a Kyoto, mi sono sempre sentito come se fossi altrove. Non credo di riuscire a comportarmi come un “giapponese tipico” e seguire le regole della società. Capisco come tali regole siano necessarie e aiutano il Giappone a funzionare in modo efficiente come fa oggi. Ma io amo infrangere le regole, e questo è permesso qui in Australia. È un vero sollievo".

Tuttavia, a tutti manca sempre la patria. Anche Akira Isogawa ammette un desiderio nostalgico per la tranquilla Kyoto della sua infanzia. Si riferisce infatti all'arte giapponese di "leggere l'aria", dove le cose sono comprese, ma non necessariamente dette.

 Akira

Gli anni '90

Tuttavia, è negli anni '90 che il lavoro di Isogawa e la sua etichetta Akira esplosero ed vennero conosciuti in tutto il mondo. Dopo il suo show di debutto durante la Mercedes Benz Fashion Week Australia nel 1996, questo è diventato un momento regolare per il suo lavoro, ma non solo. In effetti, queste passerelle erano solo l'inizio. Infatti, successivamente ottennte un posto alle sfilate di moda di Parigi. Qui ha catturato l'attenzione di Joan Burstein, l'acquirente di moda internazionale che ha contribuito a lanciare nomi come Alexander McQueen e John Galliano nel Regno Unito.

Un altro momento cruciale avvenne quando Naomi Campbell indossò l'abito di akira ispirato al kimono sulla copertina di Vogue Australia nel 1997.

“Quella copertina è stata una svolta nella mia carriera; non può essere minimizzato. È stato fantastico ”, ricorda Isogawa. "Sono anche molto grato ai media, a tutti quelli che mi hanno supportato. Ma allo stesso tempo, è stato così stressante. Non sono riuscito a gestire tutto e sono finito con un addetto alla reception, tra gli altri 25 dipendenti a tempo pieno".

Akira Isogawa

Dopo la follia della moda

Nel 2004, ha incontrato il CEO di Australian Wool Innovation e Isogawa è diventato l'ambasciatore di lana australiana. L'istituto era alla ricerca di un designer che potesse aggiornare l'immagine della lana, quindi nel 2005 Akira Isogawa ha creato un nuovo tipo di tessuto. Una garza di lana fine e leggera ispirata alla georgette di seta.

“Volevo che il tessuto fosse leggero. Volevo che la lana venisse reinterpretata come trans-stagionale ", afferma. “La garza di lana è piuttosto fragile, meravigliosamente morbida e 100% merino australiano. Ce l'ho ancora in magazzino. "

Akira Isogawa oggi

Ora che la vita è un po' più tranquilla, Isogawa è libero di esplorare nuove visioni e diversi sbocchi per il suo lavoro. Infatti, possiamo vederlo collaborare a progetti artistici, come la progettazione di costumi per la Sydney Dance Company.

Il marchio di abbigliamento femminile Akira è famoso per mescolare elementi orientali e occidentali in termini di tessuti, tecniche e design. La libertà concessa al lavoro e alla vita di Akira come immigrato australiano lo ha aiutato a sviluppare il suo stile personale.
Credendo fermamente nella moda lenta e sostenibile, i capi di Akira Isogawa trascendono il tempo, dimenticano le tendenze e devono essere indossati ancora e ancora.

Fonte: japantimes.co.jp
Foto: japantimes.co.jp