Asakusa, japan italy bridge, sensoji, sensoji temple,

Japan Travel: Asakusa & Sensoji Temple

Asakusa, japan italy bridge, sensoji, sensoji temple,

Asakusa

Asakusa è un quartiere che si trova nella parte nord-est di Tokyo, delimitato dal fiume Sumida. Un luogo interessante soprattutto per la presenza del tempio Sensōji dedicato a Kannon Sama, la Dea Buddista della misericordia. Appena passato il Kaminarimon (la porta del "tuono" con la sua grande lanterna di carta rossa chiamato Chōchin) ci immettiamo nella famosa Nakamise Dori. Questa è una via piena di bancarelle in cui si possono trovare molti oggetti e vestiti tradizionali insieme a giochi per i bambini. Per gli amanti dell'arte culinaria, potete assaggiare prodotti tradizionali come i senbei (crackers di riso in salsa di soia) i fantastici yakisoba (spaghetti di grano saraceno saltati alla piastra) e gli yakitori (spiedini di pollo grigliati).

Asakusa, japan italy bridge, sensoji, sensoji temple,

Un po' di tutto insomma, se cercate un posto per ristorarvi, acquistare souvenirs e sentirsi completamente immersi nella tradizione Giapponese, credo che Asakusa faccia al caso vostro. Inoltre l'ambiente è reso ancora più particolare dai portantini, in abiti tradizionali, che trasportano i turisti nei risciò. E' anche un centro molto comodo nel caso cercaste posti divertenti per i bambini. Intorno ad Asakusa potete trovare il più vecchio parco giochi del Giappone, lo Hanayashiki.

Asakusa, japan italy bridge, sensoji, sensoji temple,

Aperto nel 1853 e è stato successivamente abbandonato totalmente durante la seconda guerra mondiale. Nel 1949, dopo un paio di anni di lavori per la ristrutturazione e per l’adeguamento alle norme di sicurezza, è stato riaperto.
Una cosa carina da vedere è la mascotte del parco, la Panda car con cui i bambini possono divertirsi a guidarla.

Il Tempio Sensō-ji

Il Sensō-ji è un Tempio dedicato al boshisattva Kannon (Avalokitesvara).
La leggenda narra della statua d’oro di Kannon trovata nel fiume Sumida dai due pescatori Hinokuma Hamanari e Hinokuma Takenari nel 628. La statua venne poi conservata dal capo del Villaggio Hajino Nakamoto nella sua casa ad Asakusa. Successivamente questa fu adibita a tempio, così da permettere ai visitatori di venerarla.

Asakusa, japan italy bridge, sensoji, sensoji temple,

Il vero tempio invece fu costruito nel 645 e raso al suolo durante la seconda guerra Mondiale. Essendo stato ricostruito in seguito, è ora simbolo di rinascita dalle ceneri e di pace per tutti i Giapponesi. Inoltre, un albero è cresciuto all’interno del tronco di un precedente albero che fu distrutto dai bombardamenti. Anche questo è un ulteriore simbolo di rinascita.

Asakusa, japan italy bridge, sensoji, sensoji temple,

Nel Sensō-ji si svolge il più importante festival Giapponese, il Sanja Matsuri, in primavera. Della durata di 3/4 giorni, il festival attira molte persone tra turisti e gente del posto.
Questo Festival ha subito varie trasformazioni. Originariamente parte come un “funamatsuri”, ovvero una cerimonia che si svolge su una nave. Successivamente, è diventato comune usare i “dashi”, che sono carri da cerimonia. Arriva alla sua forma odierna in cui tre “mikoshi” (altari) vengono portati in processione.
Nel tempio potete trovare dei distributori di omikuji (biglietto contenente una predizione divina), ed anche un giardino in stile tradizionale Giapponese.

Asakusa, japan italy bridge, sensoji, sensoji temple,

Asakusa in pillole:

Dove: nord-est tokyo
Particolarità: Tempio Sensoji, Kaminarimon, parco giochi Hanayashiki, Nakamise Dori
Cibo: senbei, yakisoba, yakitori e varie specialità della tradizione culinaria Giapponese

Photo Credits: Google Images & Japan Italy Bridge


Ōmisoka, japan italy bridge, japanese new year, japan traditions, joya no Kane, HATSUMOUDE

Japanese Traditions: Ōmisoka - New year's traditions

Japanese Traditions: Ōmisoka - Nuovo Anno

Shogatsu (o Oshogatsu) è il nuovo anno per il popolo del sol levante.

Nel periodo Meiji, questa data coincideva con il calendario lunare cinese. Durante la restaurazione dello stesso periodo, anche il Giappone ha adottato il calendario Gregoriano. Il 1° gennaio diventa quindi il giorno festivo che tutti conosciamo.

Per noi occidentali è quasi impossibile pensare di poter racchiudere 365 giorni in un solo momento. Aprire gli occhi di fronte allo spettacolo dell'Hatsuhinode (il sorgere del primo sole del nuovo anno) è di buon auspicio. E' anche la rappresentanza dell'anno che sta per cominciare.
Tutto però ha inizio dal 28 dicembre quando si cominciano i preparativi per il capodanno. Durante i giorni dello Shougatsu Sanganichi, solo i servizi primari sono attivi. I giapponesi si dedicano allo Susuharai, la pulizia della casa da cima a fondo per eliminare tutte le tracce negative del passato. Sugli ingressi vengono appesi i Kadomatsu (rami di pino) e lo Shimenawa (corda di paglia con strisce di carta colorata) per tenere lontani gli spiriti maligni.
Le poste giapponesi sono attive per recapitare le cartoline augurali che devono raggiungere amici e parenti entro capodanno, le nengajou (年賀状).

Ōmisoka, japan italy bridge, japanese new year, japan traditions, joya no Kane, HATSUMOUDE

Tutto è pronto per trascorrere il proprio tempo con la famiglia ed il 31 dicembre, ha inizio l'Ōmisoka (letteralmente la vigilia di Capodanno, l'ultimo giorno dell'anno). Attorno alle 22:30 inizia il Joya no Kane, i rintocchi della Tsurigane (la campana del tempio). Sono molto lenti, perchè il suono del precedente rintocco deve spegnersi prima dell'inizio del successivo. Proseguono fino a mezzanotte per un totale di 108 rintocchi. Essi permetteranno - a chi li ascolta tutti - di purificarsi per affrontare un nuovo capitolo tutto da scrivere.

I cibi tradizionali

Ōmisoka, japan italy bridge, japanese new year, japan traditions, joya no Kane, HATSUMOUDE

In questa notte si mangia il toshikoshi soba (年越しそば), cioè vermicelli fatti con grano saraceno, uova e brodo caldo. La lunghezza dei vermicelli sono auspicio di una vita lunga. La loro digeribilità indica la pulizia interiore e la facilità con cui si tagliano simboleggia l'eliminazione di tutte le cose brutte nel passato.

Ōmisoka, japan italy bridge, japanese new year, japan traditions, joya no Kane, HATSUMOUDE

Il giorno seguente, avviene la prima visita al santuario, l'HATSUMOUDE (初詣). Pregare per la salute dei propri familiari e la loro felicità è lo spirito giusto per affrontare il nuovo inizio. Inoltre i bambini giapponesi ricevono una piccola busta decorata, bukuro (袋), nella quale vi sono riposti dei soldi (otoshidama, お年玉).

Famiglia e festa sono legati insieme anche dal cibo. Sulle tavole fanno capolino i osechi-ryouri (お節料理) , i piatti speciali della tradizione come le alghe kombu ( 昆布), i kamaboko (蒲鉾, torte di pesce). E poi anche il kurikinton (栗きんとん, purè di patate dolci con castagne), il kinpiragobo (金平牛蒡, radici di bardana bollite). I più amati e conosciuti Kuro-mame (黒豆, fiagioli di soia neri dolci) e non mancano sushi e sashimi. Tutte le leccornie presenti fanno sì che esista anche il giorno del “riposo dello stomaco”, il 7° giorno di gennaio, il jinjitsu (人日), in cui si mangia il nanakusa-gayu (七草粥, la minestra delle sette erbe a base di riso).

Se avete mai avuto la possibilità di trovarvi in Giappone durante l'Ōmisoka, raccontatecelo nei commenti oppure sulla nostra pagina facebook.

Image source: Google