Bringing Japan to Italy: episode 10 - Hoshitaro Asada

Ritorna la nostra rubrica 『Bringing Japan to Italy』con l'episodio numero 10 dedicato a Hoshitaro Asada, che lavora presso la sakagura Sogen ad Ishikawa in Giappone.

La sua missione è non solo produrre uno dei sake più buoni al mondo, ma anche quella di diffondere la cultura giapponese a livello internazionale. Ai nostri microfoni si è raccontato sulle similitudini fra Italia e Giappone e su come gli italiani vedono e vivono il mondo del sake.


MUDEC: Quando il Giappone scoprì l’Italia

Italia e Giappone sono sempre stati uniti, specialmente nella città di Milano e la mostra “Quando il Giappone scoprì l’Italia” al MUDEC ne è un’ennesima dimostrazione.

MUDEC Giappone

In mostra appunto al Museo delle Culture MUDEC di Milano, possiamo vedere alcuni casi esemplari dei primi rapporti fra Italia e Giappone. Attraverso questa esibizione, indaghiamo come l’immaginario italiano e giapponese veniva a formarsi in un momento storico importante. Infatti, l’Europa si stava infatti aprendo al mondo, una fase in cui molti studiosi identificano gli albordi della globalizzazione.

Il percorso è suddiviso in due sezioni principali e indaga la curiosità occidentale, i primi momenti di contatto e le differenti relazioni fra i due paesi fra il 1585 e 1890.

Quando il Giappone scoprì l’Italia: La mostra

La prima sezione, dedicata a “Ito Mancio e le ambascerie giapponesi 1585 – 1615”, racconta gli inizi della mutua conoscenza tra i due paesi. Qui, gli autori dedicano grande attenzione al passaggio in Italia, nel 1585, di quattro giovanissimi principi originari dell’isola di Kyūshū. Il primo incontro con l’Italia avvenne grazie all’aiuto dai padri gesuiti che accompagnarono i quattro principi.

Un altro focus approfondisce la seconda ambasciata cristiana, del 1615, e la successiva chiusura dei porti giapponesi dal 1641 al 1853. Il percorso continua mostrando il momento della riapertura di questi ultimi.

MUDEC Giappone MUDEC Giappone MUDEC Giappone

Non dimentichiamo il focus speciale sul ruolo di alcuni collezionisti e commercianti milanesi nella formazione delle “Civiche raccolte di arte giapponese” ora conservate al MUDEC.
La seconda sezione è infatti interamente dedicata alla figura del Conte Giovanni Battista Lucini Passalacqua. Il Conte passò anche alla storia per il suo famoso “Museo Giapponese” costituito da oltre 150 opere tra bronzi, tessuti, porcellane e lacche.

La mostra intende così illustrare i momenti storici principali che determinano e caratterizzano l’incontro tra Giappone e Italia. Attraverso dipinti, documenti, libri, carte geografiche antiche e oggetti d’artigianato verremo trasportati in un’antica era che ci permetterà di capire ancora meglio queste due nazioni e il loro rapporto. Siete pronti?

Informazioni

Date: 1 ottobre 2019 – 2 febbraio 2020
Dove: MUDEC Museo delle Culture - via Tortona 56, CAP 20144 Milano
Orari: Lun 14.30-19.30 - Mar, Mer, Ven, Dom 09.30-19.30 - Gio, Sab 9.30-22.30
L’INGRESSO È LIBERO
Contatti: 02 54917 | info@mudec.it | Sito Ufficiale mudec.it


Bringing Japan to Italy: episode 09 - Codice Bianco

Qualche mese fa, in concomitanza con il festival del fumetto di Novegro , abbiamo avuto l'occasione di intervistare Codice Bianco. Per questo nono episodio di 『Bringing Japan to Italy』, l'artista specializzato in sculture ed origami si racconta ai nostri microfoni.

Codice Bianco ci ha gentilmente concesso questa intervista esclusiva per Japan Italy Bridge per aiutare a promuovere e condividere sempre di più la cultura giapponese. Inoltre, parliamo di come l'arte di creare origami si sia diffusa in Italia negli ultimi dieci anni.

Special Thanks: Associazione Ocha Caffè


Bringing Japan to Italy: episode 08 - Alex Kerr

In concomitanza con l'uscita del suo libro "La bellezza del Giappone segreto", Alex Kerr ha tenuto una conferenza a Palazzo Reale a Milano. Noi di Japan Italy Bridge abbiamo avuto l'occasione di incontrarlo e porgli qualche domanda.

In questo episodio 8 della nostra serie Bringing Japan to Italy, Alex Kerr ci racconta del suo Giappone segreto. Figlio di una famiglia della marina americana, sin da giovane età gira il mondo fra Italia, Giappone, USA, per poi ritornare nella terra del Sol Levante. Dagli anni dell'università, Alex Kerr ha fatto di Kyoto la sua base di vita.

Qui ha scoperto un nuovo mondo, un Giappone che difficilmente noi occidentali riusciamo a vedere. Un paese fatto di tradizioni, piccoli villaggi, case col tetto di paglia e pavimenti in legno antico. Ci racconta di come la sua vita sia cambiata grazie alla vincita del premio letterario Scincho Gakugei. In seguito a ciò infatti Alex Kerr è entrato in contatto un gruppo di Litterati e artisti giapponesi con i quali collabora ancora oggi.

Ma ora vi lasciamo alle parole di Alex Kerr e al suo Giappone segreto. Buona visione!

Special Thanks: Associazione Giappone in Italia

La bellezza del Giappone segreto: Amazon IT | IBS


Bringing Japan to Italy: episode 07 - Yoko Takada

Qualche mese fa, in concomitanza con il festival del fumetto di Novegro , abbiamo avuto l'occasione di intervistare Yoko Takada. Per questo settimo episodio di 『Bringing Japan to Italy』, l'artista specializzata nella cultura giapponese, cerimonie del tè, della vestizione del Kimono e molto altro si racconta ai nostri microfoni.

Yoko Takada ci ha gentilmente concesso questa intervista esclusiva per Japan Italy Bridge per aiutare a promuovere e condividere sempre di più la cultura giapponese. Inoltre, parliamo di quali siano le somiglianze fra Giappone ed Italia, e per quale motivo l'inchino sia così importante nel paese del Sol Levante. Voi lo sapevate? Buona visione!


Bringing Japan to Italy: episode 06 – Takarabune

Qualche mese fa, in concomitanza con il Japan Matsuri a Bellinzona, abbiamo avuto l'occasione di intervistare uno dei pochissimi gruppi Awa Odori: Takarabune!

Il Festival di danza Awa (阿波踊り), il più grande festival di danza in Giappone, si tiene dal 12 al 15 agosto come parte del Bon Festival nella prefettura di Tokushima a Shikoku in Giappone.
Le prime origini di questo stile di balletti si trovano nelle danze sacerdotali buddiste giapponesi di Nembutsu-odori e hiji-odori del periodo Kamakura (1185–1333), e anche nella kumi-odori, una vivace danza del raccolto che era nota per durare per diversi giorni.

Il gruppo Takarabune gira il mondo ormai da anni per portare gioia e per condividere la cultura dei festival giapponesi con tutte le altre nazioni estere.
In un'intervista esclsiva per Japan Italy Bridge ci raccontano come vedono il rapporto fra Italia e Giappone e il loro pensiero sul nostro bel paese. Buona visione!

Follow Takarabune

Website: takarabune.org
Facebook: facebook.com/Takarabune.official
Instagram: @takarabune_official
Twitter: @Takarabune_info


Festa del Giappone @ Circolo Magnolia

Il 9 Giugno 2019, al Parco Idroscalo presso il Circolo Magnolia, si terrà un’intera giornata dedicata alla cultura Giapponese. Ci saranno tanti workshop, dimostrazioni e personalità importanti e conosciute nel mondo del Sol Levante. Ovviamente si potrà anche degustare l’ambitissåimo cibo e sake Giapponese.

Tanti sono i workshop! Potrete infatti trovare quello di disegno manga a cura di Giappone in Italia che si concentrerà soprattutto nella figura del character design. Senza dimenticare poi il workshop di Lykke Anholm, ambasciatrice italiana del metodo KonMari, che parlerà della filosofia che sta alla base del fenomeno mondiale di Marie Kondo. Inoltre, avete mai sentito parlare di Kintsugi? E’ l’antica e molto significativa arte giapponese di riparare ceramiche con lacca urushi e polvere d’oro e l’artista restauratrice Chiara Lorenzetti lo spiegherà fino ai minimi particolari.

Un tuffo nella tradizione Giapponese con alcune dimostrazioni, tra cui quella della Vestizione Yukata ad opera di Mamiko Ikeda e la suggestiva Cerimonia del Tè di Alberto Moro. IFIORINELLARETE curano la dimostrazione di Kokedama, una tecnica per cui una piantina viene tolta dal proprio vaso ed avvolta in una palla realizzata con un impasto di substrati differenti, ricoperta da muschio fresco. La pianta così realizzata può essere appoggiata su un supporto piatto, oppure lasciata fluttuare nell’aria per un effetto ancora più suggestivo. La celebre Keiko Irimajiri presenterà il suo Bentō Showcooking mentre Luca Vecchi ci racconta il concetto di Okaa-Sama | Onorevole Madre.
Sicuramente avete avuto modo di conoscere questo artista nella mostra che si è tenuta il 10 Maggio e di cui potete vedere la video intervista di seguito.

E per tutti gli appassionati della lingua giapponese, Eurasia Language Academy terrà un corso interattivo! Curiosi?

Vi aspettiamo il 9 giugno al Parco Idroscalo c/o Circolo Magnolia, noi ci saremo, e voi??

Info & Prevendite

Prevendite: bit.ly/Prevendite_LaFestaDelGiappone
Organizzatore: Associazione Culturale Giappone in Italia
Sito: www.giapponeinitalia.org
Mail: info@giapponeinitalia.org


Bringing Japan to Italy: episode 04 – Takeuchi Hideki

In occasione del Far East Film Festival, abbiamo avuto l'onore e il piacere di poter intervistare Takeuchi Hideki, regista di "Fly me to the Saitama" (翔んで埼玉 - Tonde Saitama), presentato in Italia durante il festival per la sua premiere europea!

Takeuchi Hideki ha esordito lavorando per Fuji Television e nel 1996 ha diretto la prima delle sue serie per questa emittente. Nel 1998 ha vinto il premio come miglior regista ai Television Drama Academy Awards per "Just a Little More, God" ma i riconoscimenti ricevuti non si fermano qui.

Il suo debutto nei lungometraggi arriva nel 2009 con la commedia musicale drammatica in due parti Nodame Cantabile. Takeuchi Hideki continua ad alternarsi fra grande e piccolo schermo con Thermae Romae e due serie televisive, passando con molta disinvoltura dal dramma storico alla commedia brillante.

Thermae Romae ha ottenuto un successo talmente clamoroso nei botteghini giapponesi che Takeuchi-san ne è ha realizzato il sequel, Thermae Romae II, uscito il 26 aprile 2014 e presentato in anteprima dopo una settimana al 16° Far East Film Festival di Udine in Italia.

Quest'anno, il regista è tornato al Far East Film Festival con "Fly me to the Saitama", commedia brillante e un po' surreale sul campanilismo che vige fra Saitama e Tokyo, con protagonisti il cantante e attore GACKT-san e l'attrice Fumi Nikaido, supportati ad altri nomi famosi all'interno del cast. Fly me to the Saitama ha anche vinto il premio MyMovies.com come migliore film acclamato dal pubblico.

Quella con Takeuchi-san è stata un'intervista interessante e divertente che racconta i retroscena del film, curiosità e prospettive per la collaborazione futura fra Italia e Giappone. Vi auguriamo buona visione e siamo curiosi di sapere il vostro feedback!