Japan Italy: Utagawa Kuniyoshi

Utagawa Kuniyoshi

Photo Credits: Google Images

Le connessione fra Italia e Giappone sono sempre più numerose, e un’altra recente testimonianza di questo legame è la mostra dedicata al maestro Utagawa Kuniyoshi allestita presso il Museo della Permanente a Milano.

Utagawa Kuniyoshi nacque il 1º gennaio 1798 con il nome di Yoshisaburō. Assunse poi, nel 1814, il nome con cui tutti lo conosciamo. Utagawa viene dal nome del suo maestro, Utagawa Toyokuni. Kuniyoshi invece è l’unione tra la seconda parte del cognome del maestro e la prima parte del proprio nome. Sin da piccolo aveva sviluppato una grande abilità nel disegno, attirando l’attenzione del famoso maestro di stampe ukiyo-e Utagawa Toyokuni.

Kuniyoshi è considerato uno degli ultimi grandi maestri della silografia giapponese Ukiyo-e (un genere di stampa artistica giapponese su carta, impressa con matrici di legno, fiorita nel periodo Edo). Sempre molto attento ai dettagli, specialmente negli abiti che rappresentava fine nei minimi particolari, questa abilità non stupisce essendo suo padre un tintore di seta. Amava sperimentare giocando spesso con l’uso del chiaroscuro e delle sfumature, e cercò anche di dare profondità alle sue opere.

Kuniyoshi realizzava spesso Trittici, Yoko-e, ovvero stampe in formato orizzontale o ‘panorama’, ma anche stampe singole. Alcune delle sue opere più famose sono Miyamoto Musashi e la Balena, Takiyasha la strega e lo scheletro spettro, Donna coraggiosa della provincia di Omi, Un giorno poco fortunato.

 

Photo Credits: Google Images

Photo Credits: Google Images

 

I TEMI

Photo Credits: Google Images

Diversi erano i temi più rappresentati da Kuniyoshi. I più famosi e ricorrenti sono i Gatti, Toko, le caricature, ma anche Eroi e Samurai. Kuniyoshi era un grande appassionato di gatti e ha prodotto molte stampe rappresentanti felini. Li aggiungeva spesso anche in altre opere, ad esempio quelle rappresentanti persone come decoro dei loro abiti.

 

Photo Credits: Google Images

Photo Credits: Google Images

Photo Credits: Google Images

 

Eroi e Samurai

Photo Credits: Google Images

Molte delle silografie di Kuniyoshi rappresentanti guerrieri e samurai sono ispirate a leggende e racconti di guerra noti quali La storia della famiglia Taira (Heike monogatari) e Ascesa e declino di Minamoto e Taira (Genpei Seisuiki).  L’aspetto innovativo delle sue stampe di eroi delle leggende popolari, che si differenziavano da altre opere analoghe del tempo,consisteva in una decisa accentuazione degli elementi fantastici. Ciò lo si nota in particolare nelle atmosfere cupe con apparizioni spettrali, nei presagi e nella rappresentazione dei condottieri come esseri quasi sovrumani. Questi aspetti fantastici si ritrovano per esempio in Taira Tomomori borei no zu e nel trittico del 1839 Gōjō no bashi no zu. In quest’ultima, viene rappresenta con efficacia la lotta violenta tra Yoshitsune e Benkei. Questo stile narrativo incontrava l’interesse del pubblico che in quegli anni era orientato ai temi dell’horror e del grottesco.

Figure Femminili e Teatro Kabuki

Photo Credits: Google Images

A seguito della riforma governativa Tenpō degli anni 1841–1843, la diffusione di stampe e disegni di attori e cortigiane fu ufficialmente bandita. Tale riforma aveva infatti lo scopo di far fronte alla crisi economica in atto anche attraverso una limitazione degli spettacoli teatrali e il controllo pubblico dello sfoggio di lusso e sfarzo.

Questo può aver in qualche modo influenzato la produzione da parte di Kuniyoshi di stampe caricaturali o comiche, utilizzate per rappresentare attori e cortigiane in modo celato. Molte di queste stampe criticavano in modo sottinteso e umoristico persone legate allo shogunato.

Photo Credits: Google Images

Per esempio, una stampa del 1843 raffigurava Minamoto no Yorimitsu addormentato, aggredito da Earth Spider e i suoi demoni. Questa silografia divenne popolare tra il pubblico insofferente alle nuove leggi suntuarie.

Verso la fine degli anni quaranta, Kuniyoshi ritornò alla produzione di stampe di attori di teatro Kabuki, eludendo ancora una volta la censura grazie al ricorso alla caricatura. Tra le opere di questo periodo, la più famosa è Nitakaragurakabe no mudagaki. Qui, in modo molto creativo, ha posto un testo elementare scritto in calligrafia infantile in caratteri kana sotto il viso dell’attore.

Il suo amore per i felini traspare anche nella rappresentazione di gatti che impersonificano la figura umana in stampe kabuki e in stampe dal tono satirico. Nel medesimo decennio sperimentò anche nuove composizioni, valorizzando elementi visivi per accentuare l’effetto drammatico.

Info e contatti

La mostra ‘Kunyioshi. Il visionario del mondo fluttuante’ espone una grande varietà di opere. 165 silografie policrome provenienti dalla Masao Takashima collection che ripercorrono la carriera del maestro. Prodotta da MondoMostre Skira e curata da Rossella Menegazzo, il percorso si divide in 5 sezioni tematiche. “Beltà”, “Paesaggi”, “Eroi e guerrieri”, con una speciale sottosezione dedicata agli “Eroi Suikoden” (I briganti), “Animali e parodie”, e naturalmente una sezione dedicata ai “Gatti”.

Una mostra davvero interessante che rappresenta uno spaccato sull’universo Giapponese, e che potrete visitare fino al 28 gennaio.

PRENOTAZIONI VISITE GUIDATE GRUPPI E SCUOLE:

info@adartem.itwww.adartem.it

UFFICI STAMPA:

MondoMostre Skira
Lucia Crespi | tel. + 39 02 89415532 | lucia@luciacrespi.it
Federica Mariani | tel. +39 366 6493235 | federicamariani@mondomostre.it | www.mondomostre.it
Barbara Notaro Dietrich | tel. +39 348 7946585 | b.notarodietrich@gmail.com

INFOLINE E PREVENDITE:

tel. 0299901905 – www.vivaticket.it

BIGLIETTI (audioguida inclusa)

  • Intero: € 13,00
  • Ridotto: € 11,00
    Visitatori dai 6 ai 26 anni, portatori di handicap, gruppi (minimo 15 massimo 25 – dal lunedì al venerdì), insegnanti, militari, forze dell’ordine non in servizio, possessori Skira card;
  • Ridotto Speciale: € 8,00
    Giornalisti con tesserino ODG con bollino dell’anno in corso non accreditati dall’ufficio stampa
  • Ridotto Speciale: € 6,00
    Gruppi Scuole – dal martedì alla domenica (minimo 15 massimo 25 con tolleranza fino a 29), scuole di ogni ordine e grado;
  • Gratuito: € 0,00
    minori di 6 anni, guide turistiche abilitate con tesserino di riconoscimento, un accompagnatore per ogni gruppo, due accompagnatori per ogni gruppo scolastico, un accompagnatore per disabile che presenti necessità, giornalisti accreditati dall’Ufficio Stampa della Mostra, dipendenti della Soprintendenza ai Beni Paesaggistici e Architettonici di Milano, tesserati ICOM, guide turistiche (previa esibizione di tesserino di abilitazione professionale), componenti commissione vigilanza e vigili del fuoco (previa esibizione di tessera non nominativa);

SalvaSalva